Intestazione Conferenza Nazionale dei Servizi in Rete Al via la “Conferenza Nazionale dei Servizi in Rete” a Roma, presso l’Auditorium del Massimo il 3- 4- 5 luglio 2018. L’iniziativa coinvolgerà i membri del Consiglio Generale Confederale allargato ai componenti delle Segreterie di Federazioni Nazionali, ai Segretari generali e componenti delle Segreterie UST nonché ai componenti delle Segreterie USR non presenti nel Consiglio Generale. Inoltre alla Conferenza parteciperanno i rappresentanti degli Enti, Società e Associazioni promosse dalla Cisl.

Conferenza Nazionale dei servizi. Furlan: "Vogliamo contribuire a creare un clima migliore nel paese"

conclusionifurlanRoma, 4 Luglio 2018 -  “Vogliamo contribuire a creare un clima migliore nel paese, con le nostre proposte ed i nostri valori, per dare risposte ai bisogni delle persone, aiutandole anche con i nostri servizi ad essere meno sole”. E’ con queste parole che la Segretaria generale della Cisl Annamaria Furlan ha concluso oggi la Conferenza nazionale dei servizi della Cisl. 

“Sono davvero  contenta che sia stata colta in termini positivi dal Ministro del Lavoro Di Maio la nostra disponibilita’ al confronto. Ma non potevamo fare a meno di evidenziare alcuni dati essenziali che per noi sono costitutivi a cominciare dal dovere dell’accoglienza e della solidarieta’.
Sul tema della diatriba tra Salvini ed il Presidente dell’Inps Boeri sui conti dell’Inps ed il ruolo dei 'regolari' Furlan ha sottolineato che “polemizzare mi sembra inutile e neppure corretto. Usciamo dalle polemiche e affrontiamo invece i veri problemi, ossia il lavoro, un sistema sociale di garanzia  per le persone, la salute e la sicurezza. E’ evidente che  i migranti regolari che lavorano contribuiscono al nostro  sistema pensionistico esattamente come i lavoratori italiani,  quindi riconoscere il contributo dei migranti anche alle casse  dell'Inps è fuori di ogni dubbio, è una realtà. Come è una  realtà che spesso abbiamo bisogno di lavoratori immigrati per una serie di lavori per i quali c'è poca disponibilità da parte degli italiani.
Furlan  ha piu’ volte sottolineato che la Cisl continuerà a lavorare  per "definire strade, percorsi, obiettivi e servire al meglio le persone soprattutto quelle più deboli ed in difficoltà. Il punto di forza della Cisl è la nostra gente, il nostro popolo. Ecco perché dobbiamo alzare qualità e produttività dei servizi, ponendo al centro la persona ed il lavoro. Mettersi assieme per fare sindacato con umiltà perché per capire ed accompagnare la persona bisogna guardarla negli occhi. E questo è quello che fanno tutti i giorni le nostre delegate, i nostri delegati nei luoghi di lavoro e sul territorio. Accogliere con il sorriso e con professionalità le persone, farle sentire a casa, non più sole: questo è da sempre il punto di partenza del nostro agire, perché noi siamo la Cisl".