Intestazione XVIII Congresso Confederale "Per la persona, per il lavoro" è lo slogan scelto dalla Cisl per il suo XVIII Congresso il cui lungo percorso, avviato a novembre in tutta Italia con i 1062 congressi delle federazioni territoriali di categoria, si concluderà a Roma al Palazzo dei Congressi dell’Eur con la quattro giorni del Congresso confederale dal 28 giugno al 1° luglio. 63 congressi delle Unioni territoriali, 400 congressi delle federazioni di categoria regionali, 19 congressi delle Unioni regionali e 19 congressi delle federazioni nazionali hanno accompagnato il lungo e capillare percorso democratico con l’obiettivo di rinnovare il gruppo dirigente a tutti i livelli e rafforzare la scelta originaria del radicamento della CISL nei posti di lavoro e nel territorio.

Sindacato. Furlan: "Ripartire dagli ultimi per cambiare noi, modello contrattuale e di welfare"

Leggi tutto...Roma, 1 luglio 2017. "Questi anni sono stati caratterizzati da un disordine sociale, politico economico, ambientale che noi siamo chiamati a fare ordine riallacciando legami, recuperando quello che è stato scartato e trovando nuove strade che rispondano ai nuovi bisogni che sono l'unico modo per creare un modello sociale in antitesi con il modello nazionalista e populista che abbiamo davanti" . Così Annamaria Furlan davanti alla platea del quarto ed ultimo giorno di lavori congressuali.

Leggi tutto

Industria4.0. Furlan a Calenda e Poletti: “Italia in ritardo sulla politica industriale. Urgente un cambiamento, noi ci siamo”

Leggi tutto..."Sul tema impresa 4.0, partiamo un po' in svantaggio rispetto ad altri paesi ma abbiamo anche capacità e qualità per recuperare il tempo perso, il nostro paese manca di una politica industriale da troppo, troppo tempo". Lo ha detto la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, intervenendo al confronto "QuattroPuntoZero. Prospettive e sviluppo del lavoro e della società nel corso dei lavori congressuali,  moderato da Andrea Pancani, cui hanno preso parte anche il ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda e il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti. 

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.