Intestazione XVIII Congresso Confederale "Per la persona, per il lavoro" è lo slogan scelto dalla Cisl per il suo XVIII Congresso il cui lungo percorso, avviato a novembre in tutta Italia con i 1062 congressi delle federazioni territoriali di categoria, si concluderà a Roma al Palazzo dei Congressi dell’Eur con la quattro giorni del Congresso confederale dal 28 giugno al 1° luglio. 63 congressi delle Unioni territoriali, 400 congressi delle federazioni di categoria regionali, 19 congressi delle Unioni regionali e 19 congressi delle federazioni nazionali hanno accompagnato il lungo e capillare percorso democratico con l’obiettivo di rinnovare il gruppo dirigente a tutti i livelli e rafforzare la scelta originaria del radicamento della CISL nei posti di lavoro e nel territorio.

Camusso, Cgil: "Insieme possiamo dare voce al lavoro e forza alla rappresentanza"

camussoRoma, 29 giugno 2017. Tra gli interventi della seconda giornata del Congresso Cisl, quello della segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, era tra i più attesi. La platea cislina ha mostrato di gradire le parole della leader Cgil, applaudendo ben sei volte il suo intervento.

"Insieme possiamo dare voce al lavoro e forza alla rappresentanza - ha detto Camusso - in un tempo in cui la disintermediazione sembra l'unica risposta alla crisi e una politica troppo autoreferenziale. Dobbiamo dare risposte alle diseguaglianze crescenti e alla mancanze di diritti, dando certezza alla contrattazione e ricostruendo dal basso una vera solidarietà". Camusso ha dato la sua disponibilità alla costruzione di una Piattaforma unitaria sul fisco "È giusto e necessario porre il tema del fisco ma non e' sufficiente e forse e' sbagliato che si concretizzi solo con l'intervento sul cuneo fiscale e la decontribuzione temporanea. Dobbiamo impegnarci tutti a costruire una piattaforma unitaria che incroci anche la questione salariale e provi a misurarsi col tema del lavoro povero".
Ed è tornata sul tema delle pensioni. "Siamo assolutamente contrari agli automatismi sull'aumento dell'età pensionabile - ha ricordato Camusso -, non erano questi gli impegni presi con il governo che deve accelerare sulla seconda gamba della riforma, dando seguito ai tavoli concordati".
Per Camusso l’idea che possa aumentare l’età pensionabile "sarebbe un gigantesco schiaffo” alla piattaforma che potrebbe determinare “una rottura difficile da colmare" con i lavoratori. "Abbiamo il dovere collettivo di mettere in campo tutti gli strumenti perche'' nello scorcio della legislatura si blocchino automatismi che non vanno attuati e si comincino a dare risposte concrete alle prospettive del sistema previdenziale". La fase due sulle pensioni - ha aggiunto - viene spesso citata ma non riesce a entrare nel vivo".
Occhi puntati ora sull'incontro con Confindustria dei prossimi giorni che potrebbe portare a un accordo su un modello di nuove relazioni sindacali nel nostro Paese.

Leggi anche:

Napoli. Furlan: Napoli. Furlan: "Vicini alla Camusso. No a censure"
Napoli, 9 novembre 2017. “Solidarietà a Susanna Camusso per le assurde contestazioni all’Università Federico II di Napoli. Democrazia vuol dire...

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.