Intestazione XVIII Congresso Confederale "Per la persona, per il lavoro" è lo slogan scelto dalla Cisl per il suo XVIII Congresso il cui lungo percorso, avviato a novembre in tutta Italia con i 1062 congressi delle federazioni territoriali di categoria, si concluderà a Roma al Palazzo dei Congressi dell’Eur con la quattro giorni del Congresso confederale dal 28 giugno al 1° luglio. 63 congressi delle Unioni territoriali, 400 congressi delle federazioni di categoria regionali, 19 congressi delle Unioni regionali e 19 congressi delle federazioni nazionali hanno accompagnato il lungo e capillare percorso democratico con l’obiettivo di rinnovare il gruppo dirigente a tutti i livelli e rafforzare la scelta originaria del radicamento della CISL nei posti di lavoro e nel territorio.

UGC CISL - “Dalle radici il futuro”, insieme per un'agricoltura competitiva e sostenibile

Ugc 2Roma, 21 giugno 2017. Si è tenuto a Pomezia (Rm) il 19 e il 20 giugno il IX Congresso Nazionale dell’Ugc Cisl con la conferma di Pietro Minelli alla guida dell’Unione. La presidenza vede la conferma tra i vicepresidenti di Luciano Guglielmetti e Giovanni Lo Bello e l'ingresso di Renzo Aldegheri e Gennaro Raso.

“E' un Congresso di svolta - ha premesso nella sua relazione il presidente Pietro Minelli - perché i cambiamenti socioeconomici e connessi al settore richiedono una virata politico - organizzativa in sintonia con quanto già avviato dalla Cisl.Il superamento dei modelli di rappresentanza tradizionali, un più esteso dialogo nell'agroalimentare e, oltre, nella sfera dello sviluppo locale integrato è alla base dell'idea che la nascita di AGRI. Una Confederazione agricola ed agroalimentare che ha la sana ambizione di contribuire a far convergere attorno ad uno stesso tavolo le rappresentanze che orientano la produttività e la gestione del territorio per un progresso più generalizzato dell'intero Paese”. La Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, nel suo intervento, ha evidenziato che "l'Ugc Cisl ha oggi una linea chiara e trasparente, con una dirigenza seria e motivata grazie anche al rafforzamento del legame storico con la Cisl che, oggi, è oggi molto più legata all'Ugc di quanto non lo sia stata nel passato, in un settore competitivo e di grande qualità come quello agricolo, fondamentale per gli interessi del paese. Va dato atto alla dirigenza dell'Ugc di aver dato nuovo slancio a questa categoria, lavorando insieme alla Confederazione ad un progetto comune di cambiamento per avviare una nuova politica sindacale aprendo ai giovani le porte di questa categoria. Noi non guardiamo indietro ma avanti. Siamo una organizzazione che punta al rinnovamento in tutti i settori, sulla base dei nostri valori storici, della nostra cultura basata sulla centralità della persona e del lavoro, sulla lotta contro ogni forma di illegalità e corruzione”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.