Intestazione XVIII Congresso Confederale "Per la persona, per il lavoro" è lo slogan scelto dalla Cisl per il suo XVIII Congresso il cui lungo percorso, avviato a novembre in tutta Italia con i 1062 congressi delle federazioni territoriali di categoria, si concluderà a Roma al Palazzo dei Congressi dell’Eur con la quattro giorni del Congresso confederale dal 28 giugno al 1° luglio. 63 congressi delle Unioni territoriali, 400 congressi delle federazioni di categoria regionali, 19 congressi delle Unioni regionali e 19 congressi delle federazioni nazionali hanno accompagnato il lungo e capillare percorso democratico con l’obiettivo di rinnovare il gruppo dirigente a tutti i livelli e rafforzare la scelta originaria del radicamento della CISL nei posti di lavoro e nel territorio.

CISL VALLE D'AOSTA. Puntare sul 'progetto Valle d'Aosta' per far fronte alla grave crisi che attanaglia la regione

Foto8 Maggio 2017 -  Si è concluso con la riconferma di  Jean Dondeynaz  alla guida dell'organizzazione il Congresso dell'unione regionale Cisl della Valle D'Aosta svoltosi presso la sala polifunzionale della Grand Place a Pollein. “Per la Persona, Per il Lavoro” i temi su cui si è sviluppato il dibattito congressuale cui ha preso parte anche la Segretaria generale Annamaria Furlan. 

 "L'esito di queste elezioni mi emoziona - ha commentato a caldo Dondeynaz - so che le sfide che ci attendono sono molte e tutte molto importanti. Lavorerò, lavoreremo per una Cisl nuova, ancora più moderna e tecnologica ma soprattutto sempre più vicina ai lavoratori e alle loro istanze".  Al centro della relazione del segretario regionale il tema dell'occupazione sul cui rilancio e per far fronte alla grave crisi che attanaglia la regione, propone un 'progetto Valle d'Aosta', un vero e proprio nuovo piano di politica industriale. Il Segretario regionale propone inoltre il mantenimento degli stanziamenti sugli ammortizzatori sociali e a sostegno del "reddito degli individui, delle famiglie e dei pensionati"; la necessità di "ripensare ad un modello progettuale del settore agricolo"; una maggiore tutela della scuola pubblica e un "piano di sviluppo edilizio eco-sostenibile". Particolare attenzione inoltre al tema socio-sanitario: "la spesa sanitaria e del welfare è incomprimibile,  - ha ricordato - su questi argomenti non sono più possibili grandi risparmi". In un passaggio della sua relazione Dondeynaz si è anche soffermato sulla grave situazione occupazionale ed economica del Casinò de la Vallée: "Vedo una triste similitudine  - ha detto - con la vicenda referendum dei lavoratori Alitalia. Nel caso il piano industriale che si attende con trepidazione - si è chiesto Dondeynaz, riferendosi alla casa da gioco - contenesse gli stessi elementi proposti ai lavoratori Alitalia, e cioè una riduzione economica per evitare i licenziamenti, che esito avrebbe il referendum? Mi auguro prevalga il buon senso".

Sul tema dell'occupazione si è espressa anche la Segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan ricordando come la disoccupazione giovanile abbia raggiunto "anche territori che finora non ne avevano mai risentito. Nelle zone di montagna il comparto industriale è quello che soffre maggiormente,  - ha detto - oltre al mondo agropastorale e all'edilizia.  "Lavoro e strategia per crescere in termini occupazionali è la prima cosa che ci interessa" ha sottolineato ricordando come il tema dello sviluppo e di come rilanciare con forza l'economia locale restino le questioni prioritarie su cui concentrare l'impegno dell'organizzazione. L'impegno per una regione dalle molteplici problematiche ma anche dalle grandi opportunità - ha detto ricordando ad esempio che "la presenza del Casino di Saint-Vincent in Valle d'Aosta è una risorsa che va tutelata". Lavoro e strategia, - dunque - ma anche infrastrutture, innovazione, ricerca e formazione per crescere in termini occupazionali, sono "i fondamentali per far ripartire processi di sviluppo economico e occupazionale. Peccato - ha concluso - che questi quattro pilastri siano i settori regolarmente più tagliati e bistrattati dalle leggi Finanziarie degli ultimi anni".

Per un resoconto più approfondito consulta anche il sito della Cisl VdA

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.