Intestazione XVIII Congresso Confederale "Per la persona, per il lavoro" è lo slogan scelto dalla Cisl per il suo XVIII Congresso il cui lungo percorso, avviato a novembre in tutta Italia con i 1062 congressi delle federazioni territoriali di categoria, si concluderà a Roma al Palazzo dei Congressi dell’Eur con la quattro giorni del Congresso confederale dal 28 giugno al 1° luglio. 63 congressi delle Unioni territoriali, 400 congressi delle federazioni di categoria regionali, 19 congressi delle Unioni regionali e 19 congressi delle federazioni nazionali hanno accompagnato il lungo e capillare percorso democratico con l’obiettivo di rinnovare il gruppo dirigente a tutti i livelli e rafforzare la scelta originaria del radicamento della CISL nei posti di lavoro e nel territorio.

PISA - La sfida dell' industria 4.0 con uno sguardo rivolto a giovani e formazione

b_180_160_16777215_00_images_archivio_fotografie_pisa-foto-congresso.jpg3 marzo 2017 -  Si è concluso con la rielezione di Gianluca Federici a capo della Segreteria, il Congresso dell'Unione territoriale della Cisl di Pisa. Al suo fianco, in segreteria, Giorgia Bumma e Dario Campera. Il dibattito della due giorni congressuale è stato animato dagli interventi di numerosi delegati (177 nel complesso).

Stamani è intervenuto anche il Segretario confederale Piero Ragazzini. Alla segretaria Ust uscente, Giorgia Bumma, è stato dato il compito di proporre la mozione finale. Una mozione nella quale i delegati hanno espresso piena condivisione delle linee guida contenute nella relazione del Segretario generale Gianluca Federici. La Bumma a nome della Segreteria ha espresso un giudizio sull'operato degli ultimi quattro anni. 

Il Segretario confederale Cisl Piero Ragazzini nel suo intervento ha tenuto a ricordare quella che è la peculiarità della Cisl: "La sua capacità di stare coi piedi per terra e, nel contempo, di avere un'idea di società". Partendo da una lettura dell'attuale situazione economica del Paese, del quadro politico internazionale e del ruolo del sindacato nel quadro delle trasformazioni economiche e sociali. Ragazzini è poi tornato ribadire come la 'contrattazione' sia la 'mission' principale del sindacato e come "federazioni forti e veramente rappresentative e sindacati uniti" possano "ancora dare un contributo determinante al mantenimento di un modello sociale che abbiamo conosciuto fino ad oggi in Europa".

 Il resoconto completo della due giorni congressuale su www.cislpisa.it

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.