Intestazione XVIII Congresso Confederale "Per la persona, per il lavoro" è lo slogan scelto dalla Cisl per il suo XVIII Congresso il cui lungo percorso, avviato a novembre in tutta Italia con i 1062 congressi delle federazioni territoriali di categoria, si concluderà a Roma al Palazzo dei Congressi dell’Eur con la quattro giorni del Congresso confederale dal 28 giugno al 1° luglio. 63 congressi delle Unioni territoriali, 400 congressi delle federazioni di categoria regionali, 19 congressi delle Unioni regionali e 19 congressi delle federazioni nazionali hanno accompagnato il lungo e capillare percorso democratico con l’obiettivo di rinnovare il gruppo dirigente a tutti i livelli e rafforzare la scelta originaria del radicamento della CISL nei posti di lavoro e nel territorio.

CISL ASSE DEL PO - CREMONA - MANTOVA. Focus su pratiche illegali e sfruttamento del lavoro

BANNER CREMONA26, marzo 2017. Sfruttamento, abusi negli appalti ma anche la crisi del settore produttivo e le politiche internazionali. Di questi temi si è parlato nel 1° congresso della  Cisl Asse del Po Cremona Mantova che si è svolto il 23 e 24 marzo presso  la sede della Camera di Commercio cremonese e che ha visto la partecipazione di 146 delegati e oltre 200 invitati.

  “Fra le modalità utilizzate per comprimere il costo del lavoro - ha detto Giuseppe Demaria, segretario generale Cisl Asse del Po, nella relazione introduttiva - vi è anche l’esternalizzazione di parti di lavorazioni a cooperative che, pur in regola con la legislazione vigente, hanno retribuzioni più basse di quelle definite dal contratto nazionale del settore di appartenenza della ditta appaltatrice . Tale dumping fa sì che questa pratica si allarghi sempre più, favorendo una destrutturazione del rapporto tradizionale subordinato tutto a scapito delle retribuzioni e della tutela dei lavoratori”.

 “Palazzo Lombardia - ha detto - deve guardare con più attenzione alle necessità e potenzialità della pianura lombarda, che la Cisl Asse del Po ha posto al centro di questo congresso”. Questo quanto dichiarato nel suo intervento, il segretario generale della Cisl Lombardia, Ugo Duci, che ha richiamato la politica regionale ad uno sguardo più attento al territorio.

E' invece tornata sull'importanza di un confrotno più serrato  tra dirigenti, delegati e associati,Giovanna Ventura, Segretaria Organizzativa della Cisl Nazionale  “Come ha ben ricordato il segretario generale territoriale nella sua relazione - ha detto  - il congresso è il momento in cui mettere a punto, attraverso l'analisi, il confronto, il dibattito, la nostra strategia e il merito della nostra azione per i prossimi anni”. “Per noi tutto questo è una prassi consolidata, che diamo quasi per scontata - ha aggiunto - ma non dimentichiamo che siamo oggi una delle poche organizzazioni che hanno un così ampio momento di confronto, dai luoghi di lavoro al livello nazionale”. “Il virtuale lasciamolo alle foto e ai video – ha sottolineato Ventura -. Il dibattito tra persone che partecipano nello stesso luogo si traduce in un contatto molto più proficuo rispetto alla sola partecipazione virtuale che altre associazioni prediligono”. Da qui il richiamo a “ritrovare una relazione forte con i nostri associati, attraverso le assemblee in azienda e sul territorio, ma anche rendendo le sedi Cisl luoghi di dibattito continuo”.

I lavori congressuali si sono conclusi con l'elezione della segreteria che per i prossimi quattro anni dovrà guidare la nuova Ust: Giuseppe Demaria (segretario generale), Monica Manfredini e Dino Perboni.

 

Per un resoconoto più completo visita la pagina del sito della Cisl Lombardia dedicata a questo congresso

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.