Intestazione XVIII Congresso Confederale "Per la persona, per il lavoro" è lo slogan scelto dalla Cisl per il suo XVIII Congresso il cui lungo percorso, avviato a novembre in tutta Italia con i 1062 congressi delle federazioni territoriali di categoria, si concluderà a Roma al Palazzo dei Congressi dell’Eur con la quattro giorni del Congresso confederale dal 28 giugno al 1° luglio. 63 congressi delle Unioni territoriali, 400 congressi delle federazioni di categoria regionali, 19 congressi delle Unioni regionali e 19 congressi delle federazioni nazionali hanno accompagnato il lungo e capillare percorso democratico con l’obiettivo di rinnovare il gruppo dirigente a tutti i livelli e rafforzare la scelta originaria del radicamento della CISL nei posti di lavoro e nel territorio.

TORINO CANAVESE - Sindacato di prossimità e un Piano strategico per lo sviluppo

b_180_160_16777215_00_images_primo_piano_2_Altri_Congressi_banner-torino.jpgTorino, 31 marzo 2017. Alla presenza della Segretaria Nazionale Annamaria Furlan e del segretario regionale, Alessio Ferraris, Domenico Lo Bianco, 53 anni, è stato riconfermato a capo della Cisl Torino-Canavese al termine del congresso territoriale che si è svolto all’hotel Atlantic di Borgaro nei giorni 30 e 31 marzo 2017.

Con Lo Bianco, sono stati eletti in segreteria Aldo Blandino e Cristina Terrenati. Lo Bianco, subito dopo la sua elezione parlando dello scontro sul bilancio con la giunta comunale pentastellata, ha sottolineato il fatto che "la politica e le istituzioni locali non possono pensare di poter fare a meno del sindacato. Prosegue chiedendo alla sindaca di Torino, Chiara Appendino, di riconsiderare la sua posizione e di ascoltare anche la voce dei lavoratori e dei pensionati di questa città che non sono certo cittadini di serie b, ma parte fondamentale del tessuto sociale del capoluogo. Con la manifestazione di Cgil Cisl Uil di lunedì 3 aprile, sotto la sede del Municipio, daremo voce a tutte quelle persone che la giunta non vuole tenere nella giusta considerazione”. La Cisl di Torino-Canavese concentra la sua azione nella realizzazione di un ‘sindacato più sociale’, un sindacato di prossimità che metta al centro le persone e la comunità: "E' necessario operare in più direzioni: da un lato, continuare a svolgere il tradizionale ruolo di agenti contrattuali e sociali nei posti di lavoro e sul territorio – adattandoci velocemente alle continue evoluzioni economiche e politiche – dall’altro, garantire tutele individuali e servizi, anche nuovi, ai lavoratori”. Per la Cisl, i sindacati confederali intendono aprire il confronto con i governi locali e le altre categorie economiche per definire un Piano strategico per lo sviluppo territoriale, provando a disegnare il futuro dell’area metropolitana, avvalendosi delle opportunità e delle eccellenze presenti. Ai circa 350 partecipanti al congresso della Cisl Torino-Canavese, nel suo intervento, Annamaria Furlan ha ricordato la battaglia della Cisl sul fisco e la lotta all’evasione, che resta al centro dell’azione del sindacato di via Po: “Ci vuole una forte alleanza anti evasione che coinvolga tutti, dalla politica ai cittadini. Gli ultimi dati sull’evasione fiscale in Italia sono la conferma che purtroppo il fenomeno è uno dei mali peggiori del Paese, un cancro dell’economia italiana che siamo lontani dal debellare”. Alessio Ferraris, inoltre, ha posto l’accento sulle “nuove frontiere di rivendicazione” del sindacato. “La riqualificazione e la formazione dei lavoratori – ha detto Ferraris – con l’avanzare delle tecnologie, sarà un diritto da rivendicare, insieme a forme di partecipazione nelle imprese, che non escludono la nostra contrapposizione, e al tema degli investimenti".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.