Intestazione XVIII Congresso Confederale "Per la persona, per il lavoro" è lo slogan scelto dalla Cisl per il suo XVIII Congresso il cui lungo percorso, avviato a novembre in tutta Italia con i 1062 congressi delle federazioni territoriali di categoria, si concluderà a Roma al Palazzo dei Congressi dell’Eur con la quattro giorni del Congresso confederale dal 28 giugno al 1° luglio. 63 congressi delle Unioni territoriali, 400 congressi delle federazioni di categoria regionali, 19 congressi delle Unioni regionali e 19 congressi delle federazioni nazionali hanno accompagnato il lungo e capillare percorso democratico con l’obiettivo di rinnovare il gruppo dirigente a tutti i livelli e rafforzare la scelta originaria del radicamento della CISL nei posti di lavoro e nel territorio.

MESSINA - Non sprecare risorse destinate al territorio: il lavoro va creato

BANNER MESSINAMessina, 3 aprile 2017. Preoccupanti le condizioni socio-economiche che rappresentano una realtà in ginocchio, che fatica ad invertire il trend e che si trascina verso un declino pericolosamente irreversibile. E’ questa la realtà del territorio come appare dai lavori del Congresso della Cisl di Messina che si è svolto il 31 marzo ed il 1° aprile scorsi.

“A Messina – ha affermato Tonino Genovese, rieletto segretario della Cisl Messina - non solo si invecchia sempre di più, ma diminuisce anche la popolazione (dato questo in controtendenza rispetto al dato sia siciliano che italiano). Ci sono poche nascite e i giovani, senza una prospettiva vera di lavoro cercano soluzioni di vita altrove. Una condizione, oggi, che crea un aumento dei bisogni delle tutele e del sostegno sociale con la crescente necessità di attenzioni nei confronti della povertà e del diritto alla casa, alla salute, all’assistenza sociale. Il disagio sociale intreccia dimensioni e settori diversi del vivere quotidiano. La povertà assoluta, in particolare in Città, è un’emergenza che ha impellente necessità di una risposta concreta perché chiude orizzonti ai bambini e nega il futuro ai giovani. Serve un segnale forte e concreto che restituisca dignità e speranza a chi è ultimo ma non per sua volontà”. Per il segretario generale della Cisl Messina ci vuole uno scatto d’orgoglio per unire.

"Non ci vuole poi tanto, basta un po’ di buona volontà e di convinzione. Basta mettere insieme le forze buone, quelle che vogliono far vivere la nostra realtà. Il lavoro possiamo crearlo, abbandonando il disinteresse, il disfattismo e cambiando rotta diventando protagonisti di benessere. Ci sono cospicue risorse destinate al nostro territorio, non sprechiamole. Soprattutto spendiamole. Diventiamo, quindi, tutti vigili e incalziamo coloro che ritardano, compromettono il buon fine, coloro che si nascondono dietro il non si può o peggio dietro le incompetenze, le incapacità e le irresponsabilità".

Nel pieno spirito dei lavori del Congresso il Segretario confederale Piero Ragazzini che ha evidenziato come «la presenza così forte di tutta la città ai nostri lavori è un segno di grande attenzione alla nostra organizzazione che negli anni ha fatto e continua a fare proposte per il territorio. Rimettiamo al centro del dibattito la persona e il lavoro – ha detto - soprattutto il lavoro dopo gli anni in cui si è pensato che fare i soldi con i soldi fosse l’unico paradigma per il futuro. Bisogna dare dignità al lavoro e alle persone. La Cisl del futuro passa dal rapporto con Europa e con il territorio, dalla contrattazione e dalla partecipazione. Bisogna cogliere il grido dei più deboli e dargli risposte. Dobbiamo, inoltre, porci l'obiettivo di rafforzare l'unità dell'organizzazione e ripensare l'essere e fare sindacato".

Le conclusioni del Congresso, al termine di due giorni di dibattito e confronto, sono state del Segretario generale della Cisl Sicilia, Mimmo Milazzo. "Abbiamo messo al centro dell’attenzione il lavoro, le persone e la loro dignità, la comunità e il futuro – ha detto - è importante l’utilizzo dei fondi sui patti territoriali della Sicilia ma anche quelli con le città metropolitane. Ad esempio, Messina ha 770 milioni di euro da utilizzare e in quella direzione è indispensabile che le Amministrazioni producano i progetti esecutivi per avviare la cantierabilità dei progetti. Un’azione forte che deve produrre la Cisl in tutta l’isola e soprattutto a Messina che rappresenta un nodo essenziale per dare sviluppo e lavoro alle nuove generazioni".

Tonino Genovese è stato confermato, per la terza volta, segretario generale della Cisl Messina. Ad eleggerlo è stato il XVIII Congresso territoriale del sindacato che si è tenuto presso l’Arsenale Militare – AID di Messina al termine di due giorni di lavori molto intensi che hanno visto una larghissima partecipazione di rappresentanze istituzionali, politiche e religiose, oltre che del mondo del lavoro. Tonino Genovese sarà affiancato dalla segreteria composta da Mariella Crisafulli e Antonino Alibrandi. 

Allegati:
Scarica questo file (Invito.pdf)Invito.pdf200 kB

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.