Intestazione XVIII Congresso Confederale "Per la persona, per il lavoro" è lo slogan scelto dalla Cisl per il suo XVIII Congresso il cui lungo percorso, avviato a novembre in tutta Italia con i 1062 congressi delle federazioni territoriali di categoria, si concluderà a Roma al Palazzo dei Congressi dell’Eur con la quattro giorni del Congresso confederale dal 28 giugno al 1° luglio. 63 congressi delle Unioni territoriali, 400 congressi delle federazioni di categoria regionali, 19 congressi delle Unioni regionali e 19 congressi delle federazioni nazionali hanno accompagnato il lungo e capillare percorso democratico con l’obiettivo di rinnovare il gruppo dirigente a tutti i livelli e rafforzare la scelta originaria del radicamento della CISL nei posti di lavoro e nel territorio.

EMILIA CENTRALE - Un forte rilancio della contrattazione su più fronti perché la persona e il territorio siano al centro

BANNER Emilia CentraleModena, 5 Aprile 2017 - Dall’unificazione tra la Cisl di Modena e quella di Reggio Emilia avvenuta due anni fa, la Cisl Emilia Centrale ha riunito il 3 e il 4 Aprile il suo secondo Congresso territoriale che si è chiuso a Modena con la riconferma di William Ballotta alla guida di una Ust che, con i suoi 93.920 iscritti, risulta la maggiore struttura territoriale della Cisl in regione e l’ottava in Italia.

"Le persone, a partire dai giovani, e il territorio al centro dell'azione sindacale" resta l'intento dell'organizzazione come ha detto William Ballotta ricordando che"il benessere della persona non dipende esclusivamente dal suo lavoro, ma anche dalla sua famiglia, dalla sua comunità, dal territorio in cui vive. Per questo  - ha ricordato Ballotta - intendiamo rilanciare un’intensa attività di contrattazione aziendale, territoriale e sociale non solo nelle imprese, ma anche con Comuni e Unioni di Comuni, Province e aziende sanitarie, congiuntamente alla tutela individuale tramite la rete dei nostri servizi".

Quanto all'organizzazione interna punto fermo resta la volontà della Cisl ad "nsistere sulla strada della trasparenza, della gestione corretta e responsabile delle risorse che decine di migliaia di lavoratori e pensionati modenesi e reggiani decidono volontariamente di versare ogni anno alla Cisl per confermare un’adesione anche valoriale". Da qui "l'adozione di un codice etico che comprende regolamenti sulle retribuzioni vincolanti per tutte le strutture Cisl, oltre all'obbligo di pubblicazione delle indennità dei dirigenti e dei bilanci". 

A completare la segreteria Margherita Salvioli Mariani (segretaria aggiunta), Rosamaria Papaleo (41 anni, per la prima volta in segreteria), Domenico Chiatto e Andrea Sirianni.

Per un resoconto completo dei lavori congressuali visita il sito dell'Emilia Centrale

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.