Intestazione XVIII Congresso Confederale "Per la persona, per il lavoro" è lo slogan scelto dalla Cisl per il suo XVIII Congresso il cui lungo percorso, avviato a novembre in tutta Italia con i 1062 congressi delle federazioni territoriali di categoria, si concluderà a Roma al Palazzo dei Congressi dell’Eur con la quattro giorni del Congresso confederale dal 28 giugno al 1° luglio. 63 congressi delle Unioni territoriali, 400 congressi delle federazioni di categoria regionali, 19 congressi delle Unioni regionali e 19 congressi delle federazioni nazionali hanno accompagnato il lungo e capillare percorso democratico con l’obiettivo di rinnovare il gruppo dirigente a tutti i livelli e rafforzare la scelta originaria del radicamento della CISL nei posti di lavoro e nel territorio.

COSENZA - Nuove soluzioni e politiche per uscire dall'impasse del territorio

b_180_160_16777215_00_images_primo_piano_2_Altri_Congressi_BANNER-COSENZA.jpgCosenza, 6 Aprile 2017. Nei giorni 5 e 6 aprile 2017, si è svolto a Rende il X Congresso territoriale dell’UST di Cosenza per discutere sul tema:” Per la persona, per il lavoro, insieme si può” e per eleggere i componenti del Consiglio generale, del Collegio dei sindaci e i delegati al congresso regionale della CISL; presente il Segretario confederale, Piero Ragazzini.

Il nuovo Consiglio generale della CISL ha riconfermato con voto unanime Antonio Russo segretario generale, Adriana Carrera e Gerardo Calabria segretari dell’ Unione sindacale territoriale. Rieletta responsabile del Coordinamento donne Lorella Dolce. Il Consiglio generale ha eletto infine il nuovo Esecutivo e confermato le nomine dei coordinamenti zonali. Udita la relazione del Segretario generale uscente, Antonio Russo, ne condivide i contenuti e l’approva; è grato al Segretario confederale Ragazzini per il suo prezioso e apprezzato contributo al dibattito, come apprezza e condivide gli interventi del Segretario generale dell’USR Paolo Tramonti e di quanti sono intervenuti nel dibattito, di cui accoglie le proposte per "una più incisiva presenza sul territorio e la soluzione dei drammatici problemi che assillano i lavoratori e le popolazioni della vasta provincia di Cosenza". La crisi dunque, e i suoi effetti, sono stati al centro dei lavori congressuali in un territorio caratterizzato "da annose problematiche irrisolte" che interessano il welfare, la mancata realizzazione delle grandi opere infrastrutturali, la forte disoccupazione (non solo giovanile), il reddito delle famiglie. Nella relazione del Segretario si è posto l'accento sul "giudizio fortemente critico nei confronti del Governo che ha solo parzialmente attuato i suoi propositi sul territorio cosentino, a partire dal mancato ammodernamento dell’autostrada Salerno-Reggio Calabria, soprattutto nel tratto Cosenza". Senza parlare della difficile situazione delle strutture sanitarie, come l’ospedale della Sibaritide, o delle incompiute opere stradali, ferroviarie, portuali e aeroportuali che frenano il rilancio economico del territorio. Per Cosenza, è necessario intervenire sull'abbassamento delle addizionali da parte della Regione Calabria che sono troppo alte e amplificano il disagio di lavoratori, disoccupati e pensionati che non sono in grado di far fronte. Nei tanti interventi dei delegati "convinto apprezzamento" è stato poi espresso per quanto la Segreteria confederale sta realizzando sotto la guida della Segretaria Generale, Annamaria Furlan, sul fronte di "un uso oculato delle risorse, per una gestione all’insegna della massima correttezza e della trasparenza". Scelte condivise e necessarie per impegnare le risorse sulla prima linea. Dal canto suo, il Segretario confederale, Piero Ragazzini, concludendo il dibattito del X congresso CISL, ha sottolineato "l’importanza che rivestono l’ Europa e il territorio, le due istanze che possono garantire ai lavoratori, nel terzo millennio, il valore della persona e del lavoro, l'importanza di osare più Europa per un futuro di pace, di sviluppo e di democrazia, di valorizzare il territorio per una società inclusiva attraverso un nuovo modello di sviluppo, di contrattazione e di partecipazione. Dare spazio nel nuovo sindacato a donne, giovani e immigrati come soggetti capaci di dare futuro all sindacalismo confederale nel nostro Paese”.

 Per un resoconto completo dei lavori congressuali visita il sito http://www.cosenzacisl.it/

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (invitobis.png)invitobis.png297 kB
Scarica questo file (invito.png)invito.png364 kB
Scarica questo file (programma cosenza.png)programma cosenza.png179 kB

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.