Intestazione XVIII Congresso Confederale "Per la persona, per il lavoro" è lo slogan scelto dalla Cisl per il suo XVIII Congresso il cui lungo percorso, avviato a novembre in tutta Italia con i 1062 congressi delle federazioni territoriali di categoria, si concluderà a Roma al Palazzo dei Congressi dell’Eur con la quattro giorni del Congresso confederale dal 28 giugno al 1° luglio. 63 congressi delle Unioni territoriali, 400 congressi delle federazioni di categoria regionali, 19 congressi delle Unioni regionali e 19 congressi delle federazioni nazionali hanno accompagnato il lungo e capillare percorso democratico con l’obiettivo di rinnovare il gruppo dirigente a tutti i livelli e rafforzare la scelta originaria del radicamento della CISL nei posti di lavoro e nel territorio.

CISL DEI LAGHI - Industria 4.0, frontalierato, manifatturiero e fragilità i temi caldi del territorio

BANNER DEI LAGHIComo, 3-4 aprile 2017. I 260 delegati in rappresentanza dei 124 mila iscritti di Como e Varese a conclusione dei lavori del 2° Congresso della Cisl dei Laghi, svoltosi a Como il 3 ed il 4 Aprile, hanno eletto Adria Bartolich, quale nuova Segretaria generale dell'Unione territoriale Cisl di Como e Varese.

La neoeletta succede dunque al Segretario generale uscente, Gerardo Larghi, che nei suoi saluti di congedo ha sottolineato di "riconsegnare una Cisl dei Laghi profondamente cambiata, che ha puntato sui giovani e che sicuramente riuscirà a fare di più e meglio”. Tra i temi caldi affrontati nel corso dei lavori il capitolo del frontalierato, fondamentale sui territori di Como e Varese, l’evoluzione del sindacato in relazione all’industria 4.0, il cambio radicale che ha attraversato il manifatturiero, l’attuazione di politiche sulla fragilità dove si richiede il coordinamento tra Cisl Medici, FNP, FP, FISASCAT oltre che con tutti gli enti sociali che operano sul territorio.
Ai lavori congressuali hanno presenziato anche i vertici nazionali e regionali dell’Organizzazione con Ugo Duci, Segretario generale Cisl Lombardia e Gigi Petteni, Segretario Nazionale confederale.
“Dalla stagione congressuale che stiamo affrontando, - ha detto Petteni nel suo intervento - emerge il profilo che vogliamo dare all’organizzazione che riparte dal lavoro, senza dimenticarci di leggere il contesto in cui operiamo e il periodo immediatamente precedente a questo con un attacco ai corpi intermedi, ad esempio, con i tagli ai nostri servizi come il patronato”.
“La Cisl ha reagito all’attacco non in modo politico ma come organizzazione, in maniera unica- ha continuato Gigi Petteni- offrendo un terreno per le diverse culture sindacali, con la contrattazione e l’attenzione alle tematiche sociali.
Non bisogna avere timore di raccontare i risultati del lavoro sindacale, ad esempio: nello scorso anno sono stati firmati più di 20.000 accordi sul piano nazionale” ed è stato importante l'impegno della Cisl anche sul tema del welfare e della partecipazione nella contrattazione. Il Segretario nazionale, inoltre, ha sottolineato che “il sindacato deve contribuire a una società inclusiva: per questo risultano cruciali le questioni dell’alternanza scuola-lavoro, della formazione volta all’occupazione e in generale delle politiche attive del lavoro” ha concluso.

Per un resoconto completo dei lavori congressuali visita il sito www.cisldeilaghi.it

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.