Morosità incolpevole: varato il decreto di ripartizione dei fondi per il 2015

Ammontano a 32,73 milioni di euro le risorse del Fondo per il sostegno agli inquilini morosi incolpevoli per l'anno in corso, ripartite tra le Regioni con decreto ministeriale del 19 marzo 2015, pubblicato il 23 maggio in Gazzetta ufficiale.


Il decreto-legge n.102/2013 ha istituito presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti un Fondo destinato agli inquilini morosi incolpevoli, con una dotazione di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2014 e 2015, poi incrementata dal decreto-legge n. 47-2014 'Misure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per l'Expo 2015'.


I 20 milioni inizialmente destinati all'annualità 2014 sono stati ripartiti con il decreto interministeriale del 14 maggio 2014, mentre con il decreto ministeriale del 5 dicembre 2014 sono state assegnate alle Regioni risorse aggiuntive per 15,7 milioni di euro.
Per l'annualità 2015, le risorse aggiuntive ammontano invece a 12,73 milioni di euro che, sommati alla dotazione iniziale di 20 milioni di euro, portano lo stanziamento complessivo a 32,73 milioni di euro.


Con il decreto ministeriale del 19 marzo 2015, il 30% delle risorse sono state assegnate, in proporzione al numero di provvedimenti di sfratto per morosità emessi, alle sole Regioni Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Umbria, Lazio, Campania, Puglia e Sicilia. Il restante 70% è stato distribuito tra tutte le Regioni.

Leggi anche:

Nuovi tagli al Fondo per la morosità incolpevole. Per la Cisl Nuovi tagli al Fondo per la morosità incolpevole. Per la Cisl "un vero e proprio colpo nei confronti di cittadini in forte disagio abitativo"
Roma, 23 marzo 2017 - Un nuovo taglio al fondo per la morosità incolpevole penalizzerà gli inquilini con problemi di morosità dovuti ad una situazione...

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (riparto fondi morosità 2015.pdf)riparto fondi morosità 2015.pdf177 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa