• Grandi temi
  • Europa - Mondo - Politiche migratorie

Rinnovo permessi di soggiorno per attesa occupazione: mobilitazione Cgil, Cisl, Uil 28 giugno

7 giugno 2016. Con il perdurare della crisi economica anche le condizioni socio-economiche dei lavoratori immigrati si sono aggravate, raggiungendo livelli di disoccupazione  davvero preoccupanti. Sono tantissimi gli immigrati che hanno perso il lavoro e non sono riusciti a trovarne un altro entro un anno, termine massimo per poter rinnovare il  permesso di soggiorno.  Questo ha messo in discussione la permanenza regolare sul nostro territorio di molti stranieri, con la conseguenza che parte di loro è andata all’estero a cercare occupazione, in molti casi lasciando le famiglie in forti difficoltà, altri hanno fatto rientro nel proprio Paese d’origine e altri ancora sono finiti nella trappola del lavoro sommerso, da cui è molto difficile uscire e che, soprattutto, cancella i diritti fondamentali e le necessarie tutele civili e del lavoro. 

Al fine di cercare soluzioni a questa grave situazione e per ribadire la nostra posizione abbiamo indetto, insieme a CGIL e UIL, il prossimo 28 giugno una giornata di mobilitazione nazionale per chiedere, in particolare: 

  • la proroga a due anni della durata del permesso di soggiorno per attesa occupazione;
  • di sanare le posizioni dei migranti che hanno già perso il permesso di soggiorno;
  • una lotta seria al lavoro nero.   
Allegati:
Scarica questo file (All 1 Documento Unitario.pdf)Documento unitario151 kB

Leggi anche:

Rinnovo permessi di soggiorno. Al via la mobilitazione Cgil, Cisl, Uil Rinnovo permessi di soggiorno. Al via la mobilitazione Cgil, Cisl, Uil
27 Giugno 2016 - Dal 2011 ad oggi sarebbero quasi un milione i permessi di soggiorno non rinnovati, di cui almeno 400 mila per motivi di lavoro. È...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.