• Grandi temi
  • Europa - Mondo - Politiche migratorie

Anticipazioni Rapporto Idos Immigrazione e Imprenditoria 2015

Le imprese condotte da lavoratori immigrati in Italia crescono nel 2014 e superano la soglia del mezzo milione diunità (525mila). Incidono mediamente per l’8,7% sul totale delle imprese registrate nelle Camere di Commercio e per il 10,1% al Centro-Nord, dove si concentrano per oltre i due terzi. In 6 casi su 10 operano nel commercio e nell’edilizia, ma forte è la crescita anche nel comparto “noleggio, agenzie di viaggio e servizi alle imprese” (3.500 imprese in più nel 2014) e in quello ristorativo-alberghiero (2.900 in più).Facendo riferimento all’insieme delle cariche ricoperte nell’ambito delle imprese individuali, marocchini, cinesi e romeni si confermano i gruppi più rappresentati, ma sono i bangladesi a distinguersi per l’incremento maggiore.

I dati che emergono dalle anticipazioni del "Rapporto Idos Immigrazione e Imprenditoria 2015" ci presentano una realtà dinamica e in crescita. Le imprese condotte da lavoratori immigrati in Italia sono cresciute del 5,6% nel 2014 e rappresentano l'8,7% del totale italiano.

E' fuori di ogni dubbio che queste realtà imprenditoriali rappresentano un fattore strutturale e dinamico importante per dell'economia italiana.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa