"Donne e previdenza” il documento presentato dalla Cisl nel corso dell’audizione della Commissione XI lavoro pubblico e privato della Camera

In un'audizione presso la Commissione XI lavoro pubblico e privato della Camera la Cisl ha presentato il documento "Donne e previdenza" nel quale emerge come le donne siano state "profondamente penalizzate" dalle riforme pensionistiche degli ultimi anni. 

La "valutazione critica" della Cisl riguarda "non solo l'aumento di oltre 6 anni entro il 2018 imposto dalla riforma previdenziale del dicembre 2011 alle lavoratrici del settore privato per l'accesso alla pensione di vecchiaia, ma anche all'ancora più repentino innalzamento dei requisiti delle lavoratrici del pubblico impiego avvenuto tra il 2011 e il 2012 per effetto della legge 122/2010". Inoltre, l'eliminazione delle pensioni di anzianità e l'introduzione della pensione anticipata con un requisito contributivo più elevato per chi si trova nel metodo di calcolo misto "ha reso ancora più difficile l'accesso alla pensione per le donne".

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (nota per audizione donne e previdenza 3.pdf)Documento "Donne e previdenza"68 kB

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa