Quarta edizione del Concorso nazionale “La poesia del lavoro”

Milano 25 gennaio 2017. La Cisl Milano Metropoli ha emesso il bando del quarto Concorso nazionale “La poesia del lavoro” che quest’anno è dedicato a Sandro Pastore, Presidente onorario della giuria fino al 2016, poeta dialettale milanese. 

Il successo dell’iniziativa degli anni precedenti tra i lavoratori, ha spinto la Cisl di Milano Metropoli a continuare con entusiasmo. Un’idea che ha ispirato questo Concorso è che esiste un patrimonio spesso nascosto di sensibilità e cultura che insieme possiamo far emergere, perché le osservazioni sul tema “lavoro” trovano in una poesia uno strumento diverso ma efficace di espressione. Per la Cisl di Milano Metropoli la lettura delle poesie, rappresenta ogni anno fonte di riflessione sulla visione del mondo del lavoro. Da un’angolazione assolutamente nuova ma sicuramente sincera, spesso inaspettata e più efficace nella nostra quotidiana rappresentazione dei problemi.

Lo scopo di questo Concorso è anche quello di avvicinare i lavoratori alla metrica. Il sindacato, così, vuole stimolare la nascita dei “poeti del lavoro” ma soprattutto di un pubblico di lettori che in tempi come i nostri riscopra la bellezza di un verso. La poesia fa bene anche in anni pragmatici come questi in cui sembra non ci possa essere spazio per i sogni e le utopie. In particolare i versi di queste edizioni hanno fatto capire meglio gli stati d’animo che viviamo in fabbrica, in azienda, in ufficio, nei coworking. È importante anche per il ruolo dei sindacalisti avvalersi della sensibilità poetica. Per i sognatori che vogliono “un mondo diverso”. C’è un grande bisogno culturale, la Cisl di Milano Metropoli crede sia un compito irrinunciabile essere “una comunità educante”: “Così un poeta è invitato a scrivere dei nostri temi e un lavoratore ad arricchire il suo linguaggio”. Si scopre che anche i ragazzi di oggi scrivono poesie, e che sono tanto forti ancora le emozioni dei ragazzi di ieri. Il pregio di questo Concorso è che vi sono primo, secondo, terzo classificato per ciascuna categoria: giovani, adulti, senior. Le poesie come ponte generazionale.

I concorrenti devono inviare la SCHEDA DI PARTECIPAZIONE firmata e compilata in ogni sua parte con particolare rife- rimento alle dichiarazioni sull’opera e all’accettazione del Regolamento del Concorso inserita in una busta chiusa e sigillata, pena l’esclusione dallo stesso, insieme a una sola copia dell’opera firmata; sulla busta va indicata la sezione di appartenenza in base all’età anagrafica. Altre due copie non firmate dell’opera vanno inserite, con la suddetta busta sigillata, in altra busta per la spedizione. Ciascuna poesia deve essere scritta preferibilmente al computer in carattere Ariel, grandezza 12.

La scadenza della consegna degli elaborati è il 30 aprile 2017.

Le opere devono essere spedite con lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, a LASSOCIAZIONE Via Tadino, 23 20124 MILANO entro e non oltre la data di scadenza. Sulla busta non deve figurare il mittente. In via alternativa il plico può essere consegnato come raccomandata a mano presso la portineria della sede Cisl in Via Tadino, 23 a Milano.

Il Bando, unitamente alla scheda di adesione è scaricabile presso le pagine web (www.cislmilano.it e www.jobnotizie.it)

Da quest’anno sarà possibile seguire sui social network l’hastag #lapoesiadelavoro su facebook e twitter

Allegati:
FileDimensione del File
Scarica questo file (Bando Concorso Poesia del lavoro 4^ Edizione.pdf)Bando Concorso Poesia del lavoro 4^ Edizione.pdf239 kB

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.