Politiche di Riforma delle Pubbliche Amministrazioni, di Cittadinanza, Tutela e Promozione, Solidarietà e Tutele Sociali

Le deleghe del Dipartimento Politiche di riforma delle pubbliche amministrazioni, di cittadinanza - tutela e promozione - solidarietà e tutele sociali, vengono assunte dalla Segreteria Generale.

 

Le attività del dipartimento

La Cisl considera la pubblica amministrazione uno degli assi strategici per dare impulso alla crescita e modernizzazione del Paese, e ritiene che debba essere intrapresa una nuova fase politica attuata con metodo cooperativo tra istituzioni centrali, locali e parti sociali a tutti i livelli, con una piena funzionalità della partecipazione e contrattazione nei processi di cambiamento da parte dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali che li rappresentano. Questa nuova fase deve essere caratterizzata da un riordino delle competenze, una redistribuzione delle risorse economiche, una riorganizzazione delle strutture ed una coerente e certa attribuzione delle funzioni proprie di Stato, Regioni ed Enti Locali, individuando ed attuando a tutti i livelli i fabbisogni ed i costi standard per riqualificare la spesa pubblica, abbandonando la strada fin qui percorsa dei tagli lineari che ha colpito indistintamente amministrazioni virtuose e non e non ha inciso sulla modernizzazione della pubblica amministrazione italiana.

L'area di interesse del Dipartimento è molto vasta: Amministrazioni centrali, l'istruzione scolastica ed universitaria, la ricerca e l'innovazione, il sistema sanitario nazionale, le Regioni e gli enti locali.
Per efficientare un sistema così complesso ed eterogeneo è indispensabile agire sulla riqualificazione della spesa pubblica per reperire risorse da investire nella modernizzazione di strutture, strumenti, processi, servizi e nella valorizzazione del lavoro pubblico. Solo un lavoro pubblico formato, professionalizzato e motivato può garantire un'offerta di servizi efficace, efficiente e di alta qualità. Non c'è dicotomia tra questi due aspetti ma complementarietà.

Questa sarà l'azione Confederale e categoriale dei prossimi anni: coniugare la riqualificazione e riorganizzazione della pubblica amministrazione con la qualità dei servizi e la valorizzazione del lavoro pubblico riorientando in tal senso la spesa pubblica.

 

Deleghe

  • a) Riforme e politiche della pubblica amministrazione - Decentramento amministrativo - Politiche dell’istruzione (scuola – università) – ricerca;
  • b) Politiche sanitarie e socio – assistenziali;
  • c) Politiche dell’assistenza sociale e dell’area dell’handicap psicofisico, dello svantaggio sociale e dell’emarginazione;
  • d) Politiche della famiglia e dell’Infanzia;
  • e) Volontariato sociale;
  • f) Osservatorio sociale della contrattazione;
  • g) Giustizia sicurezza e legalità.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.