Orario di lavoro e contratto. Bentivogli (Fim-Cisl), il Ministro Poletti non ha tutti i torti

Roma, 30 novembre 2015. “Poletti su orario di lavoro non ha tutti i torti”. Apre così l’intervista di Paolo Baroni de “La Stampa” a Marco Bentivogli Segretario generale della Fim Cisl che oggi sulle pagine del quotidiano interviene sulla vicenda sollevata dal Ministro Poletti. Per il leader dei metalmeccanici della Cisl: “solo chi gira a largo delle fabbriche non sa che per molti lavoratori italiani la dimensione spazio temporale di quella che si chiamava “prestazione lavorativa” è già radicalmente cambiata” – sulle parole di Poletti dice, “ c’è stata un’alzata di scudi che per me non ha senso, perché cosi si perpetua solo una sensazione di stato d’assedio al limite del ridicolo”. “Quanto al contratto nazionale – dice – è chiaro che rischia di difendere solo pezzi residuali del lavoro, mentre tutto il lavoro è cambiato, sarebbe un errore non modificarlo”. Se guardiamo l’orario di oggi, non quello dei futurologi, già in tante imprese il lavoro si svolge con modalità nuove rispetto al passato. “ In questa situazione precisa - le 8 ore rischiano di essere più un problema per il lavoratore, anziché una tutela”.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa