Lavoro autonomo. Varato ieri ddl. Petteni (Cisl): "Necessario confronto con sindacato per migliorare il testo"

Roma, 29 gennaio 2016 – "E importante riconoscere i diritti di cittadinanza al lavoro autonomo. Ma serve ora un confronto con il sindacato per migliorare il testo del Governo". E' quanto sottolinea in una nota il Segretario Confederale della Cisl, Gigi Petteni sul contenuto del Ddl varato ieri dal Consiglio sul lavoro autonomo. "Riteniamo importante come Cisl, riconoscere i diritti di cittadinanza ad un pezzo del mercato del lavoro sempre più numeroso, attraverso una regolamentazione specifica", aggiunge Petteni. "La pari dignità su diritti, prestazioni sociali e previdenziali insieme a misure fiscali ad hoc è quello che anche noi chiediamo da tempo. Siamo infatti consapevoli che i lavoratori autonomi ed indipendenti abbiano la necessità di una maggiore attenzione e rispetto del loro status". “Per questo chiediamo ora a Governo e Parlamento un confronto sul testo - sottolinea - che, pur andando nella giusta direzione, riteniamo debba essere migliorato in alcuni punti. Come Cisl infatti non crediamo che il mondo del lavoro sia solo quello dei lavoratori con contratto di lavoro subordinato e da molti anni abbiamo iniziato un dialogo con chi è in collaborazione e a partita Iva, dialogo che ora vogliamo rafforzare, per offrire rappresentanza a chi sceglie di essere oggi un lavoratore autonomo”.

Ufficio Stampa Cisl

Il video dell'intervista rilasciata dal Segretario confederale della Cisl, Gigi Petteni a Labor Tv

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa