Pensioni Furlan: "Basta annunci, il Governo riformi la peggiore legge pensionistica europea"

Firenze, 22 marzo 2016 - "Il Governo continua a fare annunci e questo serve davvero a poco. Deve assumersi le sue responsabilità convocando le parti sociali". Così Annamaria Furlan, segretaria generale della Cisl, al Consiglio generale della Cisl di Firenze chiedendo al Governo di fare una proposta di riforma "della peggiore legge pensionistica europea". La leader della Cisl ha quindi ricordato la manifestazione unitaria del prossimo 2 aprile che si terra' in tutte le piazze del paese, auspicando dal Governo coerenza. "Siamo sindacati seri, rappresentiamo milioni di persone, abbiamo le carte in regola per avanzare le nostre proposte". E sull'iniziativa dell'Inps di inviare ai cittadini le previsioni sulle proprie prospettive pensionistiche: "Informare i cittadini e le cittadine del proprio stato pensionistico, di come sono le proprie prospettive, è cosa sacrosanta. Bene questa iniziativa, ma non cambia di una virgola la legge Fornero. L'informazione è importante, deve essere fatta a tutti, non solo a una parte, ma il nodo vero è cambiare le regole" . ha concluso.

Leggi anche:

Pensioni.  Ganga: Pensioni. Ganga: "Sì alle modifiche alla Fornero ma con il confronto con il sindacato"
Roma,11 maggio 2018.  "Se il futuro governo intende modificare la legge Fornero, questo andra’ fatto con il confronto con il sindacato per...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa