Migranti. Ocmin (Cisl): fine regolamento di Dublino primo vero segnale di speranza per profughi e richiedenti asilo

Roma, 12 aprile 2016. "Finalmente con la fine del regolamento di Dublino decretata oggi dal Parlamento Europeo a Strasburgo e la decisione di creare un sistema "centralizzato" di asilo per consentire una migliore gestione dei flussi di migranti e richiedenti asilo in arrivo nel vecchio continente, si offre un concreto, primo segnale di speranza a migliaia di donne, bambini, uomini che fuggono dalle guerre, dalla fame, da una morte certa". Lo dichiara in una nota Liliana Ocmin, Repsondabile Dipartimento Donne, Immigrati, Giovani della Cisl. "La Comunità Internazionale ed "in primis" l’Europa adesso agisca subito con forte senso di responsabilità, umanità ed in maniera corale. Ecco perché torniamo a chiedere a tutti i 28 paesi dell’Unione Europea di farsi carico di interventi concreti per consentire una accoglienza dei profughi sostenibile, sicura e solidale. Ribadiamo, infine, l’urgenza di rafforzare la cooperazione con i Paesi terzi di provenienza e di transito e la necessita' di definire più chiaramente e con urgenza l’impegno contro la tratta ed il traffico di esseri umani". "Solo con il contributo di tutti, infatti- conclude Ocmin- possiamo passare dalle belle parole ai fatti, a concrete prospettive di sostenibilità".Ufficio stampa Cisl

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa