Part-time e pensione. Petriccioli: la vera urgenza è la flessibilità

Roma, 13 aprile 2016. "La possibilità per i lavoratori che si trovano a ridosso del raggiungimento dei requisiti pensionistici di trasformare il proprio tempo pieno in part-time e la previsione di incentivi fiscali contributivi che sono stati appositamente inseriti nella nuova normativa, rispondono all'esigenza più volte richiamata dalla Cisl di dare sollievo ai lavoratori in età anziana, riconoscendo la diversità dei lavori, la diversa pesantezza e la diversa usura". Lo dichiara in una nota il Segretario confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli, commentando la disposizione riguardante il part-time agevolato in uscita per i lavoratori prossimi alla pensione. "La Cisl intende però evidenziare che questa possibilità non è purtroppo concessa a tutti i lavoratori, ad esempio, il settore pubblico ne è stato escluso e che non c'è una piena libertà di scelta del lavoratore in quanto si tratta di un accordo individuale con l'azienda ed il tutto deve essere vagliato relativamente alle risorse limitate che sono state previste nell' attuale normativa. E' inoltre opportuno per noi come Cisl evidenziare che si è persa l'occasione di accompagnare questa nuova normativa con l' introduzione nell' ordinamento della cosiddetta staffetta generazionale collegando il passagio del tempo pieno al tempo parziale con l'assunzione di un giovane. Il non coinvolgimento dei dipendenti pubblici e la mancata staffetta generazionale, sono, dunque, i due grandi limiti del provvedimento. Di sicuro, le valutazioni concrete sull'efficacia ed il gradimento tra i lavoratori di questa iniziativa si potranno fare solo tra qualche mese perchè l'esperienza dimostra che misure analoghe promosse nel passato non hanno avuto successo. In ogni caso, il Governo non può eludere con misure di questo tipo il problema fondamentale dei lavoratori più anziani e cioè la necessità di reintrodurre la flessibilità nell'accesso alla pensione". Ufficio stampa Cisl

 

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa