Lavoro. Petteni: "Positivo il dato Istat annuo. Ora il Governo intervenga sul costo del lavoro"

Roma, 31 maggio 2016- "La sintesi del dato mensile è che la crescita degli occupati (+ 51.000 tra marzo e aprile) è interamente compensata dalla crescita dei disoccupati (+50.000) ma con una riduzione degli inattivi di 113.000 unità. Cresce dunque la partecipazione al mercato del lavoro". Lo sottolinea in una nota il Segretario confederale della Cisl, Gigi Petteni, commentando i dati Istat sull' occupazione. "La crescita annua è assai più significativa, con 215.000 occupati in più rispetto ad aprile dello scorso anno, soprattutto over 50, ed è interamente ascrivibile ai contratti a tempo indeterminato (+279 mila), mentre sono in calo sia i dipendenti a termine sia gli indipendenti, sia i disoccupati (-93.000 unità su aprile 2015). Mentre su base annua il miglioramento è significativo, il dato mensile da inizio anno si mostra ancora buono, ma il rischio è che vada ad esaurimento la positiva spinta impressa nel 2015 dal forte sgravio contributivo, che è stato quasi dimezzato per il 2016. E’ dunque urgente che si portino ad attuazione le misure già avviate, a partire dal decollo dell’Anpal che dovrà mettere a punto e coordinare le misure di politica attiva del lavoro da sempre deboli in Italia. E’ poi importante che nel confronto appena aperto tra governo e sindacati si sia messo sul tavolo il tema di come stabilizzare un intervento sul costo del lavoro per incentivare il lavoro stabile, ma è altrettanto importante che la palla passi alle politiche di sviluppo, per non vanificare i positivi risultati fin qui raggiunti".

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa