Sanità: Bonfanti (Fnp Cisl), inaccettabile che giovani e anziani non si possano curare

Roma, 8 giugno 2016. “E’ inaccettabile che in un Paese evoluto come il nostro ci siano 11 milioni di italiani che non si possono più curare più e che le fasce più colpite siano proprio i giovani e gli anziani”. E’ questo il commento del Segretario generale Fnp Cisl, Gigi Bonfanti, ai dati diffusi questa mattina dal Censis nel suo rapporto. “Ancora una volta dobbiamo constatare che gli effetti disastrosi dei tagli al nostro Sistema sanitario abbiano colpito così tante persone e, tra queste, 2,2 milioni di giovani e 2,4 milioni di anziani, che rappresentano gli anelli deboli della nostra società. E’ impensabile in un contesto simile – conclude Bonfanti – sentir parlare di superamento della crisi: al governo chiediamo interventi mirati per eliminare gli sprechi e consentire a chi ha già una vita precaria a causa della mancanza di lavoro o perché titolare di una pensione bassa di poter accedere alla cure di cui ha bisogno, senza essere invece costretto a dover scegliere se mangiare o curarsi”.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa