Igiene ambientale. Paniccia (Fit-Cisl): "Confermato lo sciopero del 15 giugno anche per le aziende private"

Roma, 14 giugno – “La trattativa iniziata domenica con Fise-Assoambiente per il rinnovo del contratto collettivo nazionale delle imprese private di igiene ambientale si è interrotta bruscamente la scorsa notte, per cui non possiamo che confermare lo sciopero nazionale del 15 giugno sia delle aziende aderenti alla stessa Fise sia di quelle associate a Utilitalia, ovvero le pubbliche”, così dichiara Pasquale Paniccia, Segretario nazionale della Fit-Cisl. “Dobbiamo fermare – spiega Paniccia - chi vuole qualsiasi forma di precarizzazione; dai diritti e tutele dei lavoratori alle loro condizioni di lavoro, dalle condizioni di salute e sicurezza alle costanti morti bianche nel settore, dagli appalti alle cooperative spurie con delle condizioni di lavoro assurde e fatiscenti ai sempre più concreti rischi di infiltrazioni criminali negli stessi riportati più volte dalle cronache quotidiane: diciamo basta alla mercificazione del lavoro”. “Ringraziamo il Presidente dell’Associazione nazionale dei comuni italiani Piero Fassino – conclude il Segretario nazionale - per il grande lavoro e per la grande disponibilità messa in campo, ma come è noto il tentativo di mediazione tra sindacati e associazioni datoriali non è andato a buon fine a causa dell’intransigenza di Utilitalia, cosi come la trattativa successiva con Fise-Assoambiente che non ha compreso i rischi che stiamo vivendo come settore e le crescenti difficoltà che il nostro lavoro sta subendo. Ora, proseguiremo la mobilitazione con ancora più forza e decisione, proprio come ci hanno chiesto a gran voce le operatrici e gli operatori del settore, dopo lo straordinario risultato dello sciopero del 30 maggio scorso”. “Oramai la situazione è quella di un conflitto continuo – spiega Angelo Curcio, Coordinatore nazionale della Fit-Cisl per l’igiene ambientale – dove le ragioni della vertenza, volte a migliorare tutele e condizioni di lavoro, non riescono a trovare risposte. Nei giorni passati, avevamo riservato molta fiducia negli incontri svoltisi con l’Anci e con Fise-Assoambiente, mentre non abbiamo più nessuna notizia da Utilitalia da quasi due mesi”. Ufficio Stampa FIT-CISL

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa