Chimici. Rinnovi contrattuali: c'è l'intesa unitaria sull'ipotesi di piattaforma dei chimici. Oltre 171.000 i lavoratori interessati in più di 2900 imprese del settore chimico-farmaceutico. 123 euro è la richiesta di aumento salariale 2016-2018

Roma, 1° luglio 2015. E' di qualche minuto fa la notizia che gli Esecutivi unitari di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, riuniti oggi a Roma, hanno dato il "via libera" all'ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto del settore chimico-farmaceutico (oltre 171.000 i lavoratori interessati, dipendenti da più di 2900 imprese) in scadenza il 31 dicembre 2015. 123 euro è la richiesta di aumento salariale per il triennio 2016-2018. Ora l'ultima parola spetta alle assemblee dei lavoratori, in maniera tale da consentire l'avvio delle trattative - presumibilmente a settembre, subito dopo l'Assemblea dei quadri e delegati per il varo definitivo - con le associazioni imprenditoriali di riferimento (Federchimica, Farmindustria, Assocerai, Anicta - Confindustria, alle quali sono già state inoltrate le lettere di disdetta).

Ma gli Esecutivi unitari hanno fatto di più: hanno anche approvato le "linee-guida" per le piattaforme contrattuali di altri importanti rinnovi di contratti in settori industriali e dei servizi a rete ( gomma-plastica, energia e petrolio, gas-acqua, occhiali, Pmi Unionchimica-Confapi) in scadenza sempre al 31 dicembre 2015 e/o prossimi alla scadenza, a cominciare da quelli del settore manifatturiero, tessile-abbigliamento in testa.

Il comunicato stampa:

Gli Esecutivi unitari di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil, riuniti oggi a Roma, hanno dato il "via libera" all'ipotesi di piattaforma per il rinnovo del contratto del settore chimico-farmaceutico (oltre 171.000 i lavoratori interessati, dipendenti da più di 2900 imprese) in scadenza il 31 dicembre 2015. Ora l'ultima parola spetta alle assemblee dei lavoratori, in maniera tale da consentire l'avvio delle trattative - presumibilmente a settembre, subito dopo l'Assemblea dei quadri e delegati per il varo definitivo - con le associazioni imprenditoriali di riferimento (Federchimica, Farmindustria, Assocerai, Anicta - Confindustria, alle quali sono già state inoltrate le lettere di disdetta).
Ma gli Esecutivi unitari hanno fatto di più: hanno anche approvato le "linee-guida" per le piattaforme contrattuali di altri importanti rinnovi di contratti in settori industriali e dei servizi a rete ( gomma-plastica, energia e petrolio, gas-acqua, occhiali, Pmi Unionchimica-Confapi) in scadenza sempre al 31 dicembre 2015 e/o prossimi alla scadenza, a cominciare da quelli del settore manifatturiero, tessile-abbigliamento in testa.
"Non è stato facile - dicono Emilio Miceli, Sergio Gigli, Paolo Pirani, rispettivamente segretari generali di Filctem, Femca, Uiltec - : in un paese ancora in crisi di recessione, in presenza di una instabilità economica che scoraggia investimenti e consumi, è necessario riattivare politiche industriali e dinamiche salariali di sostegno al reddito". "I contratti nazionali vanno rinnovati presto e bene - insistono i tre leader sindacali - e devono garantire, tenuto conto degli andamenti economici, la difesa del potere di acquisto attraverso l'incremento dei minimi contrattuali, il miglioramento del welfare contrattuale e delle prestazioni lavorative". "Sfidiamo gli imprenditori ad aprire subito i tavoli di trattativa e ad orientare i loro piani verso una maggiore innovazione di prodotto e di processo, di investimenti a loro sostegno - in particolare nella ricerca - per sostenere una competizione mondiale sempre più complessa, non fosse altro perché le idee di deregulation, dello sfruttamento delle risorse, di dumping sociale, del contenimento dei costi e dei diritti dei lavoratori hanno clamorosamente fallito!".
"Ecco perché insistiamo - concludono i tre segretari generali - affinché tutte le ipotesi di piattaforme contengano i necessari miglioramenti dei provvedimenti legislativi relativi al lavoro in relazione alla conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, alla conferma dei codici di disciplina e alla tutela dai licenziamenti collettivi".

Leggi anche:

Chimici. Sindacati: Chimici. Sindacati: "Sottoscritto accordo aumento salariale previsto da rinnovo CCNL"
Roma, 30 novembre 2017. La Femca Cisl, Filctem Cgil, Uiltec Uil, sindacati di settore, hanno sottoscritto a Roma, insieme ai rappresentanti di...
Chimici. Garofalo (Femca Cisl): Chimici. Garofalo (Femca Cisl): "Ricambio generazionale grazie a Fondo Bilaterale di Solidarietà"
Roma, 15 febbraio 2018. Trovata soluzione da Farmindustria, Federchimica e Organizzazioni Sindacali (FILCTEM CGIL, FEMCA CISL, UILTEC UIL),  per...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa