Metalmeccanici/Allegion-CISA: Bentivogli (Fim Cisl): "Dopo Whirlpool domani tocca agli americani di Allegion-CISA."

Roma, 03 luglio 2015 - "Dopo aver costretto alla retromarcia gli americani di Whirlpool, sul nostro cammino domani ci sarà un'altra multinazionale americana la Allegion-CISA che ha 8500 lavoratori nel mondo di cui 2300 in Europa e 760 in Italia".E' quanto sottolinea il Segretario generale della Fim Cisl Marco Bentivogli in una nota che così prosegue:

"Il biglietto da visa del nuovo presidente EMEA Lucia Veiga Moretti è stato la delocalizzazione delle lavorazioni meccaniche dichiarando 238 licenziamenti a Faenza e 20 Monsampolo di Ascoli. Come per Whirlpool, anche per Allegion-CISA la ricetta si chiama investimenti e salvaguardia dell'occupazione, altrimenti con la nostra mobilitazione costringeremo la multinazionale a ritornare sui suoi passi. Domani mattina corteo a Faenza che si concluderà con i comizi dei Segretari Generali di Fim, Fiom, Uilm Marco BENTIVOGLI, Maurizio LANDINI, Rocco PALOMBELLA.
Ci aspettiamo un cambio di piano già a partire dal prossimo incontro, che si terrà il 16 luglio prossimo presso il Ministero dello Sviluppo Economico a Roma".

Ufficio Stampa Fim Cisl

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa