Industria. Farina: “Fase di ripresa incerta. Ridurre tassazione sul lavoro e fare investimenti pubblici e privati”

Roma, 5 agosto 2016. "Il rallentamento della produzione industriale registrato dall' Istat nell' ultimo trimestre è soprattutto la conseguenza della frenata delle esportazioni manifatturiere che nei mesi scorsi avevano, invece, sostenuto la ripresa". Così il Segretario confederale della Cisl, Giuseppe Farina, commenbta i dati Istat di oggi sulla produzione industriale. "Questa frenata delle esportazioni non è stata compensata da una sufficiente crescita dei consumi interni, il che ci conferma una situazione economica, una fase di ripresa, ancora troppo incerta. C'è solo una cosa da fare e bisogna farla già nella Legge di Stabità: ridurre la tassazione sul lavoro e sulle retribuzioni per dare forza alla ripresa dei consumi interni e fare investimenti pubblici e privati sul sistema industriale e su quello economico manifatturiero per poter rilanciare l'intero settore sia sui mercati interni che su quelli internazionali. Le ricette ci sono, non bisogna perdere più tempo e forse di tempo ne abbiamo perso fin troppo".

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa