Dalla Chiesa. Furlan: "Esempio eroico da ricordare ai giovani. La lotta contro la mafia non deve mai fermarsi"

3 settembre 2016- "Anche la Cisl ricorda oggi il sacrificio di Carlo Alberto Dalla Chiesa, della moglie Emanuela Setti Carraro e dell'agente di scorta Domenico Russo a 34 anni dal feroce assassinio. Non bisogna mai dimenticare quell'attentato mafioso e gli altri omicidi compiuti contro i servitori dello Stato e le istituzioni democratiche". E' quanto sottolinea su la Segretaria Generale della Cisl Annamaria Furlan. "Condividiamo molto le parole del Presidente della Repubblica Mattarella: la lotta alla mafia ed alle altre organizzazioni criminali non deve mai fermarsi perche' non c'e' sviluppo per il nostro paese senza giustizia e legalita'. Lo Stato deve sostenere con mezzi e strumenti adeguati chi si batte ogni giorno contro la malavita proprio sull'esempio eroico e nobile di Dalla Chiesa e delle altre vittime della mafia e del terrorismo, che bisogna sempre far vivere e ricordare soprattutto ai giovani "

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa