Credito. First Cisl: "Il sindacato farà la sua parte nel definire forme di partecipazione innovative"

Roma, 13 dicembre 2016.  “Ci auguriamo – commenta Giulio Romani, segretario generale di First Cisl, primo sindacato del settore finanziario italiano, alla presentazione del nuovo piano industriale di UniCredit.- che il nuovo piano sia in grado di tornare a offrire a tutti gli stakeholder di UniCredit, a partire dai lavoratori, un progetto convincente di sviluppo e di crescita, all'altezza delle sfide dei tempi e delle potenzialità di questa banca. Semmai a preoccuparci è la copertura finanziaria delle uscite previste”. “La vera sfida è quella di coinvolgere il personale nell’organizzazione del lavoro. Se è questa la prospettiva, il sindacato farà la sua parte nel definire forme di partecipazione innovative. Quanto ai sacrifici, chi ha le responsabilità maggiori sul destino dell’azienda deve dare il buon esempio”. 
“Le riduzioni dei costi – dichiara Pier Luigi Ledda, segretario nazionale di First Cisl - devono iniziare dalle consulenze, dalle spese legali e dalle iniziative di marketing non indispensabili. Ai lavoratori in esubero vanno garantite adeguate tutele, in continuità col passato, ma ci aspettiamo anche che i processi di turnover producano nuova occupazione, così come attendiamo investimenti sulla crescita professionale e sui giovani”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.