Sindacato. Completato il percorso di costituzione dei livelli regionali, la Fist Cisl si prepara al 1° Congresso nazionale di Categoria

Roma, 13 dicembre 2016. Si completa oggi il percorso di costituzione dei livelli regionali della Fist, la federazione dei sindacati del terziario affiliata alla Cisl. L’ultima tappa a Bari, con la costituzione delle due federazioni regionali Fist Cisl Puglia e Fist Cisl Basilicata, ha sancito la piena realizzazione del progetto di accorpamento avviato nel 2014 dalle due federazioni Fisascat Cisl e Felsa Cisl, rispettivamente rappresentative dei lavoratori del commercio, turismo e servizi e dei lavoratori autonomi, atipici e somministrati. Hanno preso parte ai lavori dei due consigli generali di categoria, oltre al segretario organizzativo nazionale della Fist Cisl Rosetta Raso e al collega di segreteria Ivan Guizzardi, il segretario generale della Usi Cisl Puglia Basilicata Daniela Fumarola. «La costituzione delle due federazioni regionali Fist Cisl in Puglia e Basilicata accompagnerà la fase di moderata crescita registrata nelle due regioni e che ha riguardato prevalentemente i settori del terziario di mercato, con particolare riferimento ai servizi commerciali e quelli connessi alle attività turistiche, dove è necessario sempre più tutelare il lavoro in tutte le sue espressioni, indipendente e subordinato, attraverso una più ampia formula di rappresentanza che sappia estendere l’applicazione delle previsioni contrattuali» ha dichiarato Rosetta Raso commentando i dati divulgati dalla Banca D’Italia sull’economia delle regioni italiane. «Una sfida ben chiara in casa Cisl, dove il gruppo dirigente qualificato e motivato di Fisascat e Felsa, saprà individuare le sinergie sulle quali lavorare per rafforzare ed integrare l’azione sindacale con un unico filo conduttore, quello di ampliare la capacità di rappresentanza del lavoro dipendente e del lavoro autonomo, atipico e somministrato, che quotidianamente in misura crescente si interfacciano nel mercato» ha sottolineato Daniela Fumarola. «Con il completamento del percorso di costituzione dei livelli regionali – ha aggiunto il segretario generale della Fist Cisl Pierangelo Raineri – la categoria si prepara ad affrontare il 1° congresso nazionale di federazione in programma nel mese di giugno 2017, un appuntamento importante che aprirà una nuova fase della rappresentanza sindacale nel terziario, settore sempre più prevalente della nostra economia». Già il 15 dicembre prossimo il Consiglio Generale nazionale della Fist Cisl convocato a Roma, costituito dai comitati esecutivi delle due federazioni della Cisl Fisascat e Felsa, procederà ai primi adempimenti statutari, con l’approvazione dei regolamenti per lo svolgimento del 1° congresso nazionale.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.