Scuola. Sindacati al Miur giovedì 22 dicembre. Gissi (Cisl Scuola): buon segnale, ora definire le priorità

Roma, 20 dicembre 2016. Nuova convocazione dei sindacati da parte della ministra Fedeli. Questa volta si tratterà di un incontro che vedrà insieme tutte le organizzazioni al MIUR giovedì prossimo, 22 dicembre, alle ore 12. “Riteniamo un buon segnale – afferma la segretaria generale Cisl Scuola Maddalena Gissi - la tempestività con cui la riunione è stata indetta, siamo convinti che debba servire a delineare in modo più puntuale priorità e obiettivi su cui proseguire il confronto, per portarlo a esiti concreti e positivi. Anzitutto sulla mobilità del personale, dove ci sono le condizioni per sbloccare la trattativa e portarla a conclusione in tempi brevi, definendo un quadro di regole certe a garanzia della trasparenza e della correttezza delle procedure, evitando gli errori e i pasticci dell’anno scorso”. “Altrettanto importante – prosegue la segretaria generale della Cisl Scuola - compiere gli altri passi necessari per avviare le trattative sul rinnovo contrattuale. Definito con l’accordo del 30 novembre il quadro generale di riferimento, ci attendiamo un atto di indirizzo per il contratto del comparto che ne riprenda in modo esplicito e coerente i principi ispiratori, a partire dal primato del contratto come fonte di regolazione del rapporto di lavoro sotto il profilo economico e normativo”. La Cisl Scuola chiederà che sia definito un calendario di incontri specifici su tutte le emergenze già evidenziate alla ministra nell’incontro di lunedì scorso (personale ATA, organici, reclutamento).

Leggi anche:

Scuola. Furlan: Scuola. Furlan: "L'accordo sulla mobilità del personale è la prova concreta di un cambio di passo nella politica"
  29 dicembre 2016- "E’ un bel segnale, un buon accordo che dimostra quanto sia utile e conveniente per tutte le parti e per l'interesse...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.