Jobs Act. "Le sentenze della Consulta vanno sempre rispettate. La Cisl farà le sue valutazioni"

Palazzo ConsultaRoma, 12 gennaio 2017. Nel corso del Comitato Esecuitivo di oggi la Cisl esprimerà una sua valutazione più approfondita e di merito sul verdetto della Corte Costituzionale sui referendum in materia di lavoro. Lo ha dichiarrato ieri la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan. “Bisogna sempre rispettare le decisioni della Corte Costituzionale -ha sottolineato Furlan- che nel nostro paese è l'organo supremo sul piano giuridico. Noi abbiamo sottolineato nei giorni scorsi che su temi così importanti e delicati come quelli della legislazione del lavoro occorre privilegiare la strada del confronto tra il Governo e le parti sociali e della libera contrattazione, proprio per evitare conflitti e divisioni antistoriche nelle relazioni industriali ed in generale nel mondo del lavoro. Per questo la Cisl lavorerà perché si possa trovare una strada condivisa per modificare radicalmente lo strumento dei voucher, che devono tornare al loro ruolo originario, vietandoli soprattutto nei settori dell’agricoltura e dell’edilizia e modificando anche le norme sulla responsabilità solidale in materia di appalti. Occorre che nelle prossime settimane ci si concentri sul tema del lavoro dei giovani, delle politiche attive del lavoro, di come governare i processi di digitalizzazione di industria 4.0 e favorire gli investimenti pubblici e privati anche attraverso un nuovo sistema contrattuale e del relazioni industriale che valorizzi il ruolo dei lavoratori, aumentando la produttività, la qualità ed i salari”.

Leggi anche:

Lavoro. Furlan: Lavoro. Furlan: "Congresso Cisl dedicato al tema del lavoro dei giovani . Non basta cambiare i voucher, servono politiche attive e investimenti"
4 gennaio 2017. "La disoccupazione giovanile in Italia è a livelli inaccettabili. Proprio a questo tema sarà dedicato il Congresso nazionale della...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.