Pensioni. Petriccioli:"Busta arancione esigibile da tutti i lavoratori"

Roma, 23 gennaio 2017. “Con l'intesa del 28 settembre scorso sulla previdenza, finora parzialmente attuata dalla legge di bilancio, sono stati acquisiti risultati importanti per milioni di persone, lavoratori, pensionati e giovani, rinsaldando un patto intergenerazionale che molti commentatori avevano descritto in frantumi". Lo ha dichiarato il Segretario confederale della Cisl, Maurizio Petriccioli, commentando le dichiarazioni del Presidente dell'Inps, in occasione del convegno “tutto pensioni” e le novità sulla busta arancione. “E stata cosi rafforzata l'equità sociale del sistema previdenziale, che negli ultimi anni era stata piegato ad una visione solo quantitativa, senza compromettere la sostenibilità finanziaria del sistema pensionistico. Ora bisogna concentrarci sul problema dell'adeguatezza dei trattamenti pensionistici, tenendo in opportuna considerazione le future generazioni. Anche a tale riguardo è fondamentale diffondere la conoscenza circa l'evoluzione della propria situazione previdenziale. La busta arancione può essere un efficace strumento - conclude Petriccioli - solo a condizione che sia resa pienamente esigibile per tutti i lavoratori, anche per coloro che non dispongono della strumentazione informatica o non ne hanno dimestichezza. Invito il Presidente dell'Inps ad agevolare questo obiettivo".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.