Alitalia. Fiorentino (Fit Cisl): "L'Ad fa confusione su regole e ruolo del sindacato"

Roma, 27 gennaio – “L’AD di Ryanair fa confusione sul rispetto delle regole e ruolo del sindacato”, così Emiliano Fiorentino, Segretario nazionale della Fit-Cisl, commenta le interviste rilasciate dall’AD di Ryanair Michael O’Leary ad alcuni quotidiani italiani.

“In attesa della convocazione ufficiale di Alitalia – spiega Emiliano Fiorentino – dove entreremo nel merito di tutte le questioni ormai note, è sconcertante leggere quanto dichiara l’AD di Ryanair. Noi stiamo combattendo per salvare posti di lavoro e salari, diritti che non crediamo che possano essere garantiti da una compagnia aerea che in Italia crea solamente dumping sociale, destabilizzando l’industria del trasporto aereo. Vorremmo ricordare all’AD, quando parla di una fantomatica ‘sovrattassa’ aeroportuale che ‘andrebbe abolita del tutto’ perché ‘serve a pagare le pensioni dei vecchi piloti Alitalia ma danneggia chi ci lavora ora’, che in realtà sta parlando di un sostegno a persone che hanno perso il lavoro e che si trovano in cig o in mobilità”.

Conclude il Segretario nazionale: “Relativamente alla proposta dell’AD di cooperare con Alitalia, ben venga qualsiasi progetto proposto da altri competitor di Alitalia che tuteli l’industria del trasporto aereo italiano, purché si giochi la partita sulle capacità imprenditoriali e non sulla pelle dei lavoratori”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.