Lavoro. Furlan: "Innovazione e lavoro passano anche attraverso startup dei giovani"

Roma, 1 febbraio 2017 - “La crescita economica ed il futuro competitivo del nostro paese dipendono dagli investimenti in innovazione, ricerca, formazione e passano anche attraverso la creatività delle startup. Ed il sindacato vuole stare dentro questi processi per capire le esigenze dei tanti giovani promettenti che vogliono creare opportunità di lavoro nel nostro paese, governando la sfida delle trasformazioni tecnologiche di industria 4.0 con le nuove tutele e garanzie del mondo lavoro”. Lo ha detto oggi la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan incontrando a Roma i giovani imprenditori ed i lavoratori di LVenture Group, una azienda leader del settore che si occupa di selezionare ed “accelerare” sul mercato le più promettenti startup italiane. La leader della Cisl era accompagnata nella sua visita oltre che dai vertici manageriali dell’azienda, anche dal Segretario Confederale Gigi Petteni, responsabile del mercato del lavoro e da Silvia Degli Innocenti, responsabile nazionale di “Vivace”, la nuova associazione pensata dalla CISL per rappresentare le Partite IVA, i free lance, i lavoratori indipendenti e delle nuove professioni . “Nella nostra fase congressuale che si è aperta in questi giorni abbiamo deciso di dedicare uno spazio importante ad ascoltare i bisogni e le proposte delle “fabbriche” del domani, dove l’imprenditore ed il lavoratore lavoreranno sempre più fianco a fianco per la realizzazione di prodotti e servizi innovativi di alta qualità in grado di competere sempre di più sui mercati globali – ha sottolineato Furlan al termine dell’incontro. “Vogliamo comprendere i bisogni dei giovani che lavorano con la partita iva e dare loro una rappresentanza efficace rispetto al nuovo scenario del mondo del lavoro che cambia. Il fattore umano sarà sempre più decisivo anche in queste nuove esperienze imprenditoriali. Si tratta di interessare e coinvolgere le persone nel destino e nel successo di una impresa, non solo quando questa va male, ma anche quando questa va bene. Questa è la sfida oggi di un sindacato moderno che deve saper accompagnare e far crescere nuovi soggetti imprenditoriali come le StartUp, insieme al tessuto della piccola e media industria, sostenuta anche da un impegno maggiore del Governo sul piano delle opportune detassazioni fiscali, delle infrastrutture, del sostegno all’innovazione e la ricerca”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.