Pensioni. La Fisascat Cisl giudica positivamente il percorso di accorpamento dei fondi di previdenza complementare nel movimento cooperativo

Roma, 21 febbraio 2017. «E’ positivo l’avvio del percorso di razionalizzazione dei fondi di previdenza complementare espressione del movimento cooperativo» così il segretario nazionale della Fisascat Cisl Davide Guarini ha commentato l’accordo siglato questa mattina tra i sindacati confederali Cgil Cisl Uil e Alleanza Cooperative che ha formalmente avviato il percorso di accorpamento dei fondi complementari esistenti. «Il fondo unico della cooperazione avrà una maggiore capacità di rivalutazione e potrà così migliorare le performances ai propri iscritti» ha aggiunto il sindacalista. «Rimane prioritaria la diffusione della cultura previdenziale soprattutto tra le giovani generazioni, in tal senso anche il sistema della bilateralità di settore avrà un ruolo determinante per rilanciare e sostenere il sistema di adesioni alla previdenza complementare con l’auspicio che si possa definirne quanto prima l’obbligatorietà».

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.