Terremoto. Sindacati pensionati, Inps ritiri messaggio su busta pesante

Roma, 24 febbraio 2017 - Sindacati dei pensionati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil chiedono all'Inps il ritiro immediato del messaggio n°767 del 21 febbraio scorso sulla busta pesante, che determina lo stop al versamento dei tributi fiscali per i lavoratori e i pensionati delle zone terremotate.

Secondo quanto previsto dal messaggio dell'ente previdenziale la restituzione di tali versamenti dovrebbe avvenire in una unica soluzione senza quindi la possibilità di rateizzarli. Si tratta però di un'interpretazione distorta che provoca un ulteriore danno a chi sta già vivendo in una condizione di particolare difficoltà, oltre che configurarsi come una decisione impropria che non compete all'ente previdenziale ma al Ministero dell'Economia.

I Sindacati Spi, Fnp e Uilp - che sono riusciti dopo molte insistenze a far rientrare i pensionati tra i beneficiari della busta pesante - chiedono quindi che l'ente previdenziale sostituisca il messaggio inviato con uno nuovo e che demandi al Ministero dell'Economia la definizione delle modalità di ripresa dei versamenti.

 

 

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa