Terziario. Fisascat Cisl: siglato il nuovo contratto integrativo aziendale alla Robintur spa, la prima rete viaggi italiana

Roma, 1 marzo 2017. Buone notizie per i 332 dipendenti di Robintur spa, la prima rete viaggi italiana presente nel Bel Paese con 90 agenzie di proprietà e una rete di affiliati di circa 200 punti vendita con un volume di affari che supera complessivamente i 500 milioni di euro, dal 1° gennaio 2017 unificata con il network turistico Nuova Planetario.I sindacati di categoria Fisascat Cisl e Filcams Cgil, unitamente alle rappresentanze territoriali di Bologna, Reggio Emilia, Romagna e Udine/Friuli Venezia Giulia, hanno siglato nel capoluogo emiliano con la direzione societaria il nuovo integrativo aziendale valido fino al 28 febbraio 2020. Il contratto interviene sul sistema di relazioni sindacali e sui diritti di informazione, contemplando il confronto ai due livelli nazionale e decentrato, sui profili professionali, sull’orario di lavoro, sulla flessibilità - con l’utilizzo della banca delle ore e monitorata semestralmente con le rappresentanze sindacali territoriali -, sulla conciliazione vita lavoro, sul sostegno alla genitorialità e sui congedi per violenza di genere. Tra gli elementi qualificanti dell’intesa la normativa sul lavoro domenicale con la quale “l’azienda si impegna a non richiedere prestazioni in numero superiore alle 24 annue, di norma due al mese”. Per i lavoratori che volontariamente supereranno il tetto delle domeniche lavorate, sarà riconosciuta una maggiorazione del 10% in aggiunta alle maggiorazioni previste dal contratto nazionale di settore. Tra i punti cardine anche la normativa sulla formazione continua e gli educational con finalità formative riservati al personale di produzione e vendita. Sul trattamento economico l’accordo contempla l’indennità di funzione da 80 euro fino a 1000 euro, riconosciuta a figure che ricoprono ruolo di diversa responsabilità, prevedendo anche le indennità di funzione straordinaria – per ruoli o mansioni superiori per un periodo determinato – e di funzione transitoria – quando il lavoratore è inserito in un percorso professionale per il conseguimento dell’inquadramento corrispondente al ruolo da ricoprire. L’intesa introduce il buono pasto di 5,29 euro per ogni giorno di effettiva presenza e prevede un sistema indennitario per il personale non soggetto a limitazione di orario - finalizzato ad incrementare la produttività e la redditività aziendale per i livelli dal 2° a Quadro A) – da un minimo del 10% fino ad un massimo del 25% della paga base. L’integrativo prevede inoltre il rimborso spese e l’indennità di trasferta, oltre all’indennità di 120 euro lordi riconosciuta “per singolo sabato di reperibilità”; ai lavoratori assenti per infortunio sul lavoro l’azienda corrisponderà un’integrazione dell’importo Inail fino a concorrenza della retribuzione netta. Le parti si sono impegnate a raggiungere un accordo entro il mese di gennaio 2018 sulla definizione dei criteri gli obiettivi e i parametri di un sistema incentivante di remunerazione variabile. Soddisfazione in casa Fisascat Cisl per un integrativo siglato in corso di ristrutturazione aziendale con l’avvio della procedura di mobilità che ha coinvolto 70 addetti della prima rete viaggi italiana. «Se il mantenimento dei livelli occupazionali è la nostra priorità, anche la valorizzazione della professionalità e il potenziamento degli interventi di welfare attraverso il rinnovo del contratto integrativo, rappresenta senz’altro un punto focale per migliorare le condizioni di lavoro degli addetti del gruppo» ha dichiarato il segretario nazionale della categoria cislina Davide Guarini. «Consolidare le relazioni sindacali nella fase di riorganizzazione è un’opportunità per accrescere il livello di competitività di una azienda che ha il suo valore aggiunto nella prestazione di lavoro professionale e qualificato» ha concluso il sindacalista. L’ipotesi di accordo è ora sottoposta alla consultazione dei lavoratori.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.