Ccnl Unionmeccanica. Incontro interlocutorio. Fim Cisl: "Spingere avanti per il rinnovo"

Roma, 7 Marzo 2017 - Interlocutorio l'incontro che si è tenuto oggi 7 marzo a Milano tra Unionmeccanica e Fim, Fiom, Uilm per il rinnovo del contratto nazionale dei lavoratori della piccola e media industria metalmeccanica. Tra i temi oggetto del negoziato le relazioni sindacali, le tipologie dei rapporti di lavoro, le flessibilità di orario e gli straordinari. Sostanziale convergenza tra le parti sul rilancio della contrattazione decentrata e sulla sperimentazione della partecipazione dei lavoratori alle forme di organizzazione del lavoro. Lo dichiara il Segretario nazionale Fim Cisl Nicola Alberta in una nota che così prosegue: 

"L'associazione delle imprese ha però posto il problema dell'ampliamento al 25% della quota di possibile utilizzo dei contratti a termine, e ha inoltre richiesto una maggiore flessibilità nella gestione dell'orario plurisettimanale con fasce orarie 32-48 ore settimanali oltre il limite attuali del contratto e ha avanzato l'ipotesi di aumentare le possibilità di straordinario.
Gli argomenti portati a sostegno da Unionmeccanica riguardano le esigenze di flessibilità produttive delle imprese e le necessità di risposta alle richieste di mercato. Le organizzazioni sindacali su tutti questi aspetti hanno opposto obiezioni di merito e hanno richiamato la controparte ad evitare posizioni pregiudiziali.
Il confronto con le rappresentanze sindacali nelle aziende è perfettamente in grado di affrontare le necessità produttive, e su questa strada occorre proseguire, valorizzando il ruolo delle parti nei luoghi di lavoro sui temi degli orari e dell'organizzazione del lavoro evitando forzature che non sono minimamente utili.
Sul tema dell'occupazione occorre operare per la stabilizzazione dei contratti e non per ampliare la precarietà. Sapendo che anche su questo aspetto, la via maestra per affrontare le variabilità del mercato o le esigenze di avvio di nuove attività, è rappresentata dal confronto serio con Rsu e sindacati, in grado di indicare il giusto equilibrio tra produzione e tutela del lavoro. Il prossimo incontro, previsto il 24 marzo a Roma, dovrà raccogliere le proposte sui diversi temi e finalmente indicare i passi da fare per concludere il contratto.
Ci auguriamo che Unionmeccanica non smarrisca le buone intenzioni dichiarate a ottobre dell'anno scorso e sappia imprimere la spinta propulsiva ad un negoziato ancora troppo frenato".



Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa