Codice appalti. Esposto dell'Ance sulla normativa relativa ai subappalti. Filca Cisl: "Ricorso ingiusto e sbagliato"

8 marzo 2017 - "Ingiusto e sbagliato" per la Filca Cisl, l'esposto presentato dall'Ance alla Commissione europea contro la normativa del Codice appalti, in particolare nella parte relativa al subappalto ed il tetto del 30% per i subaffidamenti. "Prendiamo atto  - ha dichiarato il segretario generale della Filca-Cisl nazionale, Franco Turri- che i costruttori si comportano in modo diametralmente opposto a quanto loro stessi dichiarano nei convegni e negli incontri pubblici. Evidentemente nella nostra controparte la confusione regna sovrana”.  “Il ricorso  - prosegue Turri - rischia di trasformare il mercato dell’edilizia in una giungla. Inoltre quanto chiesto dai costruttori va nella direzione opposta rispetto a quello che chiediamo noi: l’introduzione nel settore della cosiddetta Patente a punti. Un sistema premiale che qualifichi le aziende e favorisca le realtà virtuose. Evidentemente - conclude -  tutto questo ai costruttori non interessa, con buona pace della dignità dei lavoratori edili”.

 

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa