Codice appalti. Esposto dell'Ance sulla normativa relativa ai subappalti. Filca Cisl: "Ricorso ingiusto e sbagliato"

8 marzo 2017 - "Ingiusto e sbagliato" per la Filca Cisl, l'esposto presentato dall'Ance alla Commissione europea contro la normativa del Codice appalti, in particolare nella parte relativa al subappalto ed il tetto del 30% per i subaffidamenti. "Prendiamo atto  - ha dichiarato il segretario generale della Filca-Cisl nazionale, Franco Turri- che i costruttori si comportano in modo diametralmente opposto a quanto loro stessi dichiarano nei convegni e negli incontri pubblici. Evidentemente nella nostra controparte la confusione regna sovrana”.  “Il ricorso  - prosegue Turri - rischia di trasformare il mercato dell’edilizia in una giungla. Inoltre quanto chiesto dai costruttori va nella direzione opposta rispetto a quello che chiediamo noi: l’introduzione nel settore della cosiddetta Patente a punti. Un sistema premiale che qualifichi le aziende e favorisca le realtà virtuose. Evidentemente - conclude -  tutto questo ai costruttori non interessa, con buona pace della dignità dei lavoratori edili”.

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.