Lavoro. Petteni: "Il mercato del lavoro tiene, ma no a facili entusiasmi"

Roma, 3 aprile 2017.  “A febbraio  il numero di occupati è  rimasto  stabile rispetto a gennaio, ma sale il numero di lavoratori a termine, mentre calano i lavoratori a tempo indeterminato. Colpisce il significativo calo della disoccupazione su base mensile, particolarmente accentuato tra i giovani, ma  bisogna fare attenzione perché si tratta in parte di persone che hanno smesso di cercare lavoro, come conferma il dato sugli inattivi in crescita tra gennaio e febbraio”. E’ quanto sostiene in una nota il Segretario confederale della Cisl Gigi Petteni, commentando i dati sull’occupazione diffusi dall’Istat.
“Il mercato del lavoro italiano continua a tenere – sottolinea -  ma con un peggioramento del lavoro stabile ed un aumento dell’inattività, e restando fanalino di coda nell’eurozona, secondo i dati Eurostat usciti oggi”. 
“Niente facili entusiasmi dunque, soprattutto quando si tratta di dati congiunturali come quelli odierni, ma occorre moltiplicare l’impegno per il rilancio del sistema produttivo e per il monitoraggio delle recenti riforme del Jobs Act, valutando insieme, governo e sindacati, i miglioramenti da apportare e soprattutto  - conclude Petteni - lavorando per il reale decollo del sistema delle politiche attive, l’unico tassello del Jobs Act ancora da sistemare”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.