Terrorismo Paura dopo gli attentati a Stoccolma e in Egitto Furlan: “Questa follia va combattuta con la democrazia”

10 aprile- C’è il rischio di una escalation degli attentati terroristici in Europa e non solo? È quanto si chiede l’opinione pubblica dopo l’attacco, domenica scorsa, in Egitto di alcuni kamikaze dell'Isis che hanno fatto strage di cristiani copti in due chiese: a Tanta, a nord del Cairo, e ad Alessandria, uccidendo almeno 45 morti e 118 feriti.

“Dolore e vicinanza al popolo egiziano da parte di tutta la Cisl” è stata espressa dalla Segretaria generale, Annamaria Furlan: “Un atto di violenza indegno contro la comunità cristiana nella domenica delle palme”. Così come “profonde dolore e commozione” era stato espresso da Furlan in occasione dell’attentato di Stoccolma. “L'Unione Europea – ha aggiunto la Segretaria generale - sia più unita e coesa per contrastare la follia del terrorismo e la violenza".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.