Scuola. Gissi (Cisl Scuola): "Indispensabile chiudere partita assunzioni"

Roma, 12 aprile 2017. “Ci attendiamo che il MEF confermi la previsione fatta dalla ministra dell’istruzione  di quei 25.000 posti la scuola ha assoluta necessità, le coperture economiche ci sono dunque è indispensabile chiudere subito questa partita, in modo che sia possibile provvedere alle assunzioni in tempo utile per un regolare avvio dell’anno scolastico. La volontà del Governo di investire sull’istruzione e la formazione si verifica non sulle promesse e gli annunci, ma sulla concretezza di scelte come queste”. E' quanto ha dichiarato oggi la Segretaria generale della Cisl Scuola commentando quanto affermato oggi  dalla ministra Fedeli -rispondendo, alla Camera, a un’interrogazione a risposta immediata dell’on. Chimienti del M5S- secondo la quale i  400 milioni stanziati nella legge di bilancio saranno utilizzati integralmente per consolidare in diritto i posti dell’organico corrispondenti a spezzoni aggregabili in cattedre intere.  La ministra riconferma dunque la stima del MIUR secondo cui in base alle risorse stanziate si potrà procedere a consolidare in diritto 20.000 posti comuni più 5.000 di sostegno attualmente in deroga. Sui posti comuni l’operazione, poiché legata agli spezzoni accorpabili, riguarderà prevalentemente la scuola secondaria di I e II grado. Nella sua risposta la ministra ha anche aggiunto che sono in corso approfondimenti tecnici fra MIUR e MEF per “affinare i conteggi”.

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.