Povertà. Petteni: “Memorandum Governo-Alleanza contro la povertà importante passo avanti frutto di un grande impegno della Cisl

Roma, 14 aprile 2017- "Il Memorandum d'intesa su povertà ed inclusione sociale firmato oggi dal Presidente del Consiglio Gentiloni, dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Poletti e dal portavoce dell' Alleanza contro la Povertà Rossini, che fissa i punti di accordo che dovranno essere inclusi nel decreto attuativo della Legge delega contro la povertà che introdurrà il reddito di inclusione, è un passo avanti molto importante, frutto di un grande impegno della Cisl ed al quale la nostra organizzazione ha lavorato intensamente negli ultimi anni in connessione con le altre organizzazioni dell' Alleanza, attraverso incontri tecnico-politici con rappresentanti del Governo e del Parlamento". Lo dichiara in una nota il Segretario confederale della Cisl, Gigi Petteni, che oggi ha partecipato alla firma del Memorandum a Palazzo Chigi. "Riteniamo da tempo che la lotta alla povertà ed all' esclusione sociale sia da porre al centro del dibattito politico ed alla base del rafforzamento del nostro sistema di welfare. E' importante che il reddito di inclusione preveda accanto ad un contributo economico un percorso di reinserimento socio-lavorativo per i beneficiari perchè occorre che le famiglie in povertà non si sentano abbandonate nella loro condizione di difficoltà. Consideriamo che questo sia un significativo passo ma che non esaurisca l'impegno della nostra organizzazione che porterà il tema al centro del dibattito congressuale. Riteniamo, inoltre, necessario incrementare le risorse del fondo per la lotta alla povertà ed all'esclusione sociale sin dalla prossia Legge di Stabilità in modo da ampliare la platea e l'importo del beneficio di coloro che ricevono il Rei. A tale riguardo abbiamo ottenuto importanti aperture proprio dal Presidente del Consiglio. Comunque crediamo che sia fondamentale il potenziamento dei servizi alla persona sul territorio, d'altra parte, il Memorandum è molto chiaro anche su questo punto".

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.