Mafia. Furlan: "La Cisl ricorda il sacrificio La Torre e Di Salvo. Non ci può essere sviluppo senza legalità e sicurezza"

28 aprile 2017- "La Cisl ricorda oggi il sacrificio di Pio La Torre e di Rosario Di Salvo a 35 anni dal tragico assassinio. Non c'è sviluppo senza legalità, sicurezza, lotta alle mafie". Così la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, nel suo account twitter sull''anniversario dell'assassinio di Pio La Torre e Rosario Di Salvo la cui commemorazione si è svolta oggi a Palermo alla presenza del Capo dello Stato, Sergio Mattarella che ha assistito alla scopertura del busto raffigurante Pio la Torre, realizzato dai ragazzi dell'Accademia delle Belle Arti del capoluogo siciliano. La cerimonia si e' tenuta presso il cortile interno della scuola di Scienze giuridiche ed economico-sociali di via Maqueda. Tra i presenti insieme a Mattarella, il presidente del centro Pio La Torre,Vito Lo Monaco, il sindaco Leoluca Orlando, il presidente della Regione Rosario Crocetta, il ministro dell'Istruzione Valeria Fedeli, il Segretario confederale Cisl, Gigi Petteni, la leader della Cgil Susanna Camusso e quello della Uil Carmelo Barbagallo, il presidente della Commissione d'inchiesta sul fenomeno delle mafie e sulle altre associazioni criminali, Rosy Bindi.

 

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.