Primo Maggio. Furlan: "Questione meridionale è ancora questione nazionale. Sacrificio contadini di Portella esempio sempre vivo"

29 aprile 2017- "Nonostante gli sforzi del Governo e delle altre istituzioni, la questione meridionale è ancora la "questione nazionale". Ed il sacrificio dei contadini di Portella della Ginestra e dei loro familiari è ancora vivo e rimane da esempio per chi si batte per la giustizia sociale, contro le diseguaglianze, i soprusi, le mafie". Lo sottolinea la Segretaria Generale della Cisl, Annamaria Furlan, dalle colonne de "L'Unita'" alla vigilia del Primo Maggio che Cgil, Cisl, Uil celebranno quest'anno in Sicilia a Portella della Ginestra. "Per tornare a guardare con ottimismo al proprio futuro, l'Italia deve mettere il lavoro al primo posto. Il lavoro è il valore unificante e fondativo del nostro paese, ciò che garantisce la dignità della persona, i suoi bisogni, le sue prerogative. Sono gli stessi principi fondamentali per cui i contadini meridionali lottavano settanta anni fa contro lo sfruttamento incivile nei campi, l'arroganza dei datori di lavoro di quel tempo, le connivenze della mafia", aggiunge la leader della Cisl. "Da allora tante cose sono cambiate nella società italiana. Conquiste importanti sono arrivate sul piano dei diritti e delle garanzie occupazionali grazie alle lotte del movimento sindacale. Ma in Italia ci sono più di tre milioni di disoccupati, il lavoro dei giovani e la sua sicurezza sono ancora da conquistare in molte zone del nostro paese dove le piaghe del caporalato e dello sfruttamento della manodopera non sono state mai estirpate. Il lavoro è ciò che rende libere le persone dal ricatto della malavita, quello che rende davvero la persona completa, le permette di esprimersi, di contribuire al bene comune. Senza lavoro non c'è sviluppo, progresso, libertà".

Leggi anche:

Lavoro, le nostre radici, il nostro futuro: a Portella della Ginestra la Festa dei lavoratori 2017 Lavoro, le nostre radici, il nostro futuro: a Portella della Ginestra la Festa dei lavoratori 2017
29 aprile 2017- "Nonostante gli sforzi del Governo e delle altre istituzioni, la questione meridionale è ancora la "questione nazionale". Ed il...

Stampa

Questo sito utilizza cookies tecnici e cookies di terze parti per la gestione delle statistiche. Leggi l'informativa per sapere di più; proseguendo nella navigazione accetti l’uso dei cookies.