Legalità. Sindacati: Solidali con i Palestinesi prigionieri

Roma, 12 maggio 2017. 1600 prigionieri palestinesi, attraverso le voci e le testimonianze dei loro familiari e dei loro avvocati, hanno denunciato le condizioni di isolamento e di maltrattamenti di cui sono sistematicamente vittime: dalla negligenza per le cure sanitarie alle detenzioni amministrative illimitate, dalle forti ed ingiustificate restrizioni e ostacoli per le visite familiari alle detenzioni in violazione alla IV Convenzione di Ginevra, che obbliga la forza occupante a detenere i prigionieri nei territori occupati e non a trasferirli nel proprio territorio. Una denuncia che ha portato tutta la comunità palestinese a realizzare il giorno 28 aprile uno ‘sciopero per la libertà e per la dignità’ che ha visto le serrande abbassate in tutta la Cisgiordania e una partecipazione come da decenni non si vedeva nei territori palestinesi. Cgil, Cisl, Uil, insieme alla Confederazione Sindacale Internazionale (CSI), esprimono il loro sostegno e la loro solidarietà alle iniziative pacifiche e non violente in corso in Palestina e in molte città di ogni parte del mondo per chiedere alle autorità israeliane l’immediato rispetto dei diritti umani fondamentali per i prigionieri palestinesi, in sciopero della fame dal 17 aprile scorso. Il rispetto dei diritti umani, per ogni donna e per ogni uomo, in qualunque situazione si trovino, è la condizione imprescindibile per costruire la pace e la convivenza, per rispondere con la forza e le ragioni del diritto alla follia della violenza. Infine, Cgil, Cisl, Uil ribadiscono il loro sostegno e impegno per la ripresa del processo di pace e la concreta affermazione del principio di 'due stati per due popoli', quale condizione per la pace giusta e duratura tra palestinesi ed israeliani.

Leggi anche:

Gaza. Sindacati: Gaza. Sindacati: "Condanniamo la sproporzionata escalation militare israeliana"
Roma, 17 maggio 2018. Cgil, Cisl, Uil condannano la sproporzionata escalation militare israeliana nella striscia di Gaza, che ha già causato oltre...

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa