Industria alimentare. Fai Cisl: ""Rinnovo ccnl e riforma su modello contrattuale insieme"

18 settembre 2015 - "Se Federalimentare pensa di poter subordinare la trattativa per il rinnovo del contratto nazionale sull'industria alimentare al confronto sulla riforma del modello di contrattazione commette un grave errore e rischia di creare nel settore notevoli tensioni sociali. L'opposto di quello che serve a lavoratori e imprese". Lo ha detto Luigi Sbarra, Segretario Confederale Cisl e Commissario Nazionale Fai-Cisl, chiudendo a Riccione un'iniziativa delle Fai del Nord su Agricoltura e responsabilità d'impresa, facendo riferimento alla trattativa in corso sul rinnovo del contratto nazionale dell'industria alimentare. "L'importante e necessaria formulazione di un nuovo modello contrattuale deve viaggiare insieme ai tavoli aperti sui rinnovi. Non c'è incompatibilità tra i due obiettivi, ma l'ambizione da parte del sindacato di raggiungere il miglior risultato utile sia per i lavoratori sia per la competitività delle aziende. Traguardo evidente nel caso della piattaforma unitaria presentata a Federalimentare, fondata su un impianto coerente e responsabile, che rilancia partecipazione e innovazione, sfidando le imprese sul piano della competitività. Non una sterile rivendicazione, quindi, ma l'inizio di un percorso che vede nei rapporti industriali un motore di crescita comune. La trattativa può e deve andare avanti, non ci sono alibi", ha concluso Sbarra.

Stampa

In base alla normativa in materia di privacy applicabile, CISL – Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori titolare del trattamento dei dati acquisiti tramite il presente sito informa l’utente che tale sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate nell'ambito della navigazione in rete. Il presente sito installa cookies di terze parti. La prosecuzione della navigazione, compreso lo scroll ed il click su elementi del sito, equivale a consenso.
Per maggiori informazioni, anche in ordine ai cookies tecnici utilizzati dal sito, e per negare il consenso all’installazione dei singoli cookie è possibile consultare l’informativa cookies completa